De Boer si dimette: Thohir ci pensa

Quando si perde un titolo come è successo domenica scorsa all’Ajax, non resta che leccarsi le ferite e provare a non inciampare tra le macerie. Lo sciagurato pareggio subito contro il De Graafschap ha fatto esultare i grandi rivali del Psv Eindhoven e allora dalle parti dell’Amsterdam ArenA è già tempo di rivoluzione. Il primo a lasciare è stato il tecnico Frank De Boer, che ha rassegnato dimissioni irrevocabili
 
"Dopo aver vinto quattro scudetti di fila, la stagione 2014/2015 è stata una delusione. Volevamo vendicarci in questa stagione e abbiamo fatto di tutto per raggiungere tale obiettivo. Purtroppo non è andata come tutti speravamo e ci aspettavamo", ha scritto in un comunicato De Boer, 20 anni all’Ajax come giocatore e tecnico.
 
"Ho cominciato a realizzare che è il momento di fare qualcos'altro: lasciare ora è meglio per me e anche per l'Ajax. Quello che farò ora, non lo so ancora. Un anno senza allenare è un'opzione, vedrò quello che verrà". 
 
Casting aperto quindi per la panchina dei Lancieri, mentre De Boer è ufficialmente sul mercato: a lui pensa l’Everton per sostituire Roberto Martinez, ma anche Erick Thohir, da tempo ammiratore del calcio proposto da De Boer. Sarebbe proprio l'olandese la pista più percorribile, e più economica, in caso di rottura con Mancini.

ARTICOLI CORRELATI:

D'Aversa:
D'Aversa: "Ancora innervosito da quel rigore"
Mauro Icardi al Psg, si chiude
Mauro Icardi al Psg, si chiude
Milan, si allontana Eduardo Quaresma
Milan, si allontana Eduardo Quaresma
 
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena
Oriana Tubiolo, la dottoressa-wag