Zeman: "C'è un prima e un dopo Totti"

21 Aprile 2016

Zdenek Zeman in un'intevista a Sportmediaset celebra Francesco Totti dopo la doppietta lampo contro il Toro: "Per me non è stata una novità, per me è normale che faccia gol, magari non è normale che li abbia fatti entrando a cinque minuti dalla fine. La gestione di Totti da parte di Spalletti? Li conosco tutti e due, ma io sono malato di Totti, per me è un grande giocatore e se sta ancora alla Roma vuol dire che si sente all’altezza dei compagni e vuole continuare ad aiutare la squadra".
 
"E’ senza dubbio il più forte che abbia mai allenato. Prima la chiamavano ‘rometta’, poi grazie a Totti è diventata Roma. Non mi sembra giusto far entrare Totti quando le cose vanno male però io non vivo la realtà dall’interno quindi non so quali problemi ci siano". 
 
"E’ giusto che comunque a decidere sia l’allenatore. In questo momento l’uomo forte della società è Spalletti, ha carta bianca e gestisce tutto secondo le sue idee. Totti merita il rinnovo? Questo bisogna chiederlo alla società. Secondo me fino a che si sente all’altezza dei sui compagni è giusto che continui".
 
©

ARTICOLI CORRELATI:

©Fiorentina, Beppe Iachini non dimentica
Fiorentina, Beppe Iachini non dimentica
©Simone Inzaghi tra delusione e irritazione
Simone Inzaghi tra delusione e irritazione
©La Fiorentina affonda la Lazio con un Vlahovic da record
La Fiorentina affonda la Lazio con un Vlahovic da record
 
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto
Champions League: Manchester City - Psg 2-0, le foto
Torino-Parma 1-0, le foto
Inter, lo scudetto in 10 immagini