Stadio Franchi, Dal Pino solidale con Commisso

"Franchi destinato a diventare l'ennesima cattedrale di cemento nel deserto" dice il presidente della Lega Serie A.

15 Gennaio 2021

"Il Franchi è destinato a diventare l'ennesima cattedrale di cemento nel deserto" ha detto Paolo Dal Pino.

Il presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino si è espresso dopo la comunicazione del Mibact sullo stadio Franchi di Firenze.

"Condivido l'amarezza e le riflessioni del presidente della Fiorentina Commisso dopo la comunicazione di oggi da parte del Mibact – ha detto -. E' triste dover constatare come in Italia la burocrazia blocchi e rallenti qualsiasi investimento volto a creare valore. La città di Firenze ha trovato un imprenditore innamorato della squadra di calcio, pronto a investire cifre importanti e il solito masochismo italiano fa di tutto per farlo scappare. Oggi è stato approvato un progetto di riforma e ristrutturazione del Franchi in cui la Fiorentina non crede e non investirà, per cui mi chiedo a cosa sia servita una decisione del genere, se non a lasciar abbandonato lo stadio visto che non sarà ristrutturato. Mi spiace per la tifoseria viola e per gli appassionati di calcio, Commisso già col nuovo centro sportivo di allenamento ha dimostrato cosa è in grado di fare e avrebbe certamente trasformato in un gioiello il Franchi, che invece è destinato a diventare l'ennesima cattedrale di cemento nel deserto".

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Foto BuzziMario Balotelli c'è, non Boateng e Gytkjaer
Mario Balotelli c'è, non Boateng e Gytkjaer
©MediasetCherif Karamoko racconta in lacrime il suo tragico viaggio
Cherif Karamoko racconta in lacrime il suo tragico viaggio
©Getty ImagesLa Champions League femminile sbarca a Monza
La Champions League femminile sbarca a Monza
 
Italia femminile, goleada e qualificazione agli Europei: le foto
Juventus-Crotone 3-0, le pagelle
Serie A, le foto di Atalanta-Napoli 4-2
Milan-Inter 0-3, le pagelle del derby
Serie A: Cagliari-Torino 0-1, le pagelle
Serie A: Inter-Lazio 3-1, le pagelle