Pino Rigoli divide i meriti

L'allenatore della Viterbese festeggia il trionfo in Coppa Italia: "Ha vinto anche la mia follia".

8 Maggio 2019

Vincere un trofeo alla seconda partita su una nuova panchina. A realizzare quello che per molti allenatori è un sogno è stato Pino Rigoli, nella storia insieme alla sua Viterbese grazie al gol segnato da Atanasov nei minuti di recupero della finale di ritorno di Coppa Italia di Serie C contro il Monza.

I laziali si aggiudicano il trofeo e volano ai playoff, saltando i primi due turni.

Il tecnico siciliano, quarto allenatore della stagione dei gialloblù dopo Lopez, Sottili e Calabro, non riesce a trattenere l’emozione nel post-gara: "Da un anno e mezzo ero fermo: mi ha chiamato questa società, non ho esitato e ho subito detto sì. Questa mia pazzia mi ha premiato, ma il merito mio è stato poco, sono stati grandi i ragazzi che si sono messi a completa disposizione. "Ha vinto la squadra, lo staff, la società, i collaboratori, i calciatori soprattutto. E anche i miei predecessori che hanno contribuito ad arrivare in questa finale".
 

©Rai sport

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesOreste Vigorito passa la palla a Inzaghi. Simone
Oreste Vigorito passa la palla a Inzaghi. Simone
©Getty ImagesSimy nuovo idolo dei cagliaritani:
Simy nuovo idolo dei cagliaritani: "Siamo dei professionisti"
©Getty ImagesSimy gela il Benevento: Inzaghi quasi in B
Simy gela il Benevento: Inzaghi quasi in B
 
Juventus-Inter 3-2, le foto
Salernitana, è qui la festA. Le foto
Juventus-Milan 0-3, le foto
Inter, delirio a San Siro per la festa scudetto: le foto
Roma-Manchester United 3-2, le foto
Chelsea-Real Madrid 2-0, le foto