Lisuzzo, frasi di altri tempi: che lezione!

Squalificato per avere bestemmiato, il navigato difensore del Pisa anziché cercare scuse chiede perdono a tutti, bambini compresi. "Sono mortificato, doveroso e razionale prendersi le proprie responsabilità".

Tra gli squalificati in serie C spicca il nome di Andrea Lisuzzo: il navigato difensore del Pisa si è visto infliggere un turno di stop per aver profferito al termine della gara reiterate espressioni blasfeme. L'episodio dopo il triplice fischio del derby con la Pistoiese: gli arancioni acciuffato il pari al 94'.

Molto apprezzabili e sincere le scuse del giocatore, che ha scelto Facebook per esprimere il suo pensiero. "E’ doveroso e razionale assumersi le responsabilità dei propri comportamenti ogni giorno e ogni qualvolta si presenta la necessità di farlo, presentandosi umilmente dinanzi alle ripercussioni che esse comportano e affrontandole in silenzio lavorando sulla propria moralità affinché non si commettano più certi errori. Il mio 'sfogo' di fine gara non è giustificabile ma nello stesso tempo umano e comprensibile, pertanto (questa la parte che mi piace sottolineare) il dispiacere di procurare un danno alla mia squadra e alla mia tifoseria bambini compresi nonché un danno d’immagine alla mia società, da un uomo maturo che sono ma pur sempre un 'uomo' non ha attenuanti. Il mio impegno per ripagare tutti da questa squallida questione sarà raddoppiato sul campo e fuori dal campo rendendo onore più che posso a questi colori. Scusatemi sono mortificato!".

CALCIATORI ESPULSI

SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE

SALVI STEFANO (BASSANO VIRTUS 55 ST SPA) per comportamento offensivo verso l'arbitro durante la gara (calc.ris.).

GOMIS LYS (PAGANESE CALCIO 1926 SRL) per comportamento offensivo e provocatorio verso i sostenitori avversari durante la gara e, al termine della stessa, richiamato da un addetto federale, assumeva verso lo stesso un atteggiamento irriguardoso (r.cc.).

ROMERO NICCOLO (PIACENZA CALCIO 1919 SRL) per comportamento offensivo verso l'arbitro durante la gara (espulso).

QUAINI ALESSANDRO (RACING CLUB FONDI S.R.L.) per atto di violenza verso un avversario senza avere la possibilità di giocare il pallone.

LAEZZA GIULIANO (URBS REGGINA 1914 S.R.L.) per atto di violenza verso un avversario a gioco fermo (r.A.A.).

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

ALFAGEME LUIS MARIA (CASERTANA S.R.L.) per atto di violenza verso un avversario a gioco fermo, in reazione (r.A.A.).

CAZZOLA UMBERTO (GUBBIO 1910 S.R.L.) per atto di violenza verso un avversario in azione di gioco.

SILVESTRO VINCENZO (PORDENONE CALCIO S.R.L.) per aver scagliato con violenza il pallone contro la panchina della squadra avversaria.

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER DOPPIA AMMONIZIONE

CRIALESE CARLO (JUVE STABIA S.R.L.) per condotta non regolamentare e per condotta scorretta verso un avversario.

DAFFARA MANUEL (SIRACUSA CALCIO S.R.L.) entrambe per condotta scorretta verso un avversario. 73/179

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

LISUZZO ANDREA (PISA 1909 S.S.AR.L.) per aver profferito al termine della gara reiterate espressioni blasfeme

ARTICOLI CORRELATI:

Il Crotone è più forte del silenzio
Il Crotone è più forte del silenzio
Coronavirus, pioggia di conferenze stampa cancellate in Serie A
Coronavirus, pioggia di conferenze stampa cancellate in Serie A
Coronavirus, la Pianese chiarisce la situazione
Coronavirus, la Pianese chiarisce la situazione
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium