Fabio Cannavaro dice 'no' a Buffon. Poi gli fa un augurio

Il neo tecnico del Benevento è intervenuto al Festival dello Sport di Trento.

22 Settembre 2022

"Gli auguro di divertirsi, perché poi è alla base di tutto"

Giornata densa di impegni per Fabio Cannavaro, il neo tecnico del Benevento. Il campione del mondo a Germania 2006, nonchè ex Pallone d'Oro, è stato dapprima presentato alla stampa come nuovo allenatore della 'Strega', poi è intervenuto, in collegamento da remoto, al Festival dello Sport di Trento. Ecco un estratto delle sue dichiarazioni.

"Appena mi è arrivata la proposta del Benevento non ci ho pensato un attimo e ho subito deciso di accettare. Per me, dopo sette anni in cui ho lavorato fuori, era arrivato il momento di tornare a casa. Quello del Benevento è un progetto in cui credo. Per un allenatore poter lavorare con tranquillità è il massimo e per questo ho accettato subito questa sfida: non è facile, in B quest'anno ci sono tante squadre che vogliono salire come anche noi. Ci prenderemo il tempo che serve", ha esordito.

Sull'opportunità di incrociare, come colleghi ma anche come avversari in campo, tanti compagni di quel magico Mondiale, Cannavaro si è concentrato sulla figura di Gigi Buffon, al quale non ha risparmiato delle simpatiche frecciatine in chiave scherzosa: "In questo campionato ritroverò tanti miei compagni con cui ho vinto il Mondiale nel 2006. Alcuni giocano ancora, come Buffon a Parma. Se mi piacerebbe allenarlo? No -ride - ma è un fuoriclasse. Lo conosco da quando aveva 19 anni ed eravamo a Parma. I titoli che ha vinto li ha vinti con me in difesa -ancora risate -. Gli auguro di divertirsi, perché poi è alla base di tutto", ha concluso.

©Getty Images

ULTIME NOTIZIE:

©Getty ImagesRoberto Mancini chiude il caso Ciro Immobile
Roberto Mancini chiude il caso Ciro Immobile
©Getty ImagesCiro Immobile fa un passo indietro
Ciro Immobile fa un passo indietro
©Getty ImagesMilan, Paolo Maldini schietto su Stefano Pioli
Milan, Paolo Maldini schietto su Stefano Pioli
©Getty ImagesKakà tra maratona e panchina:
Kakà tra maratona e panchina: "Il mio modello è Ancelotti"
©Getty ImagesDusan Vlahovic ancora a secco: neanche la nazionale lo riaccende
Dusan Vlahovic ancora a secco: neanche la nazionale lo riaccende
©Getty ImagesCristiano Ronaldo: prima lo spavento, poi il sorriso. Ma il gol non arriva
Cristiano Ronaldo: prima lo spavento, poi il sorriso. Ma il gol non arriva
 
Italia-Inghilterra 1-0, le pagelle: Azzurri rinati
Il derby di Madrid lo vince Ancelotti. Le foto del match
Sfida al vertice in Serie A tra Milan e Napoli. Le foto del match
Cartellino rosso! Angel Di Maria si fa cacciare dal campo a Monza: le foto
Udinese-Inter 3-1, le pagelle
Grande spavento per Marco Reus: esce dal campo in barella! Le foto
Fallo shock di Collins su Grelish: le foto del bruttissimo intervento
Fantacalcio, i nostri consigli per la settima giornata: chi schierare tra portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti