Coronavirus, Spadafora durissimo sulla ripresa

Il ministro dello sport: "Riprendere le partite il 3 maggio è irrealistico".

Ai microfoni de La Repubblica, Vincenzo Spadafora ha smorzato gli entusiasmi dei tifosi: "Riprendere le partite il 3 maggio è irrealistico. Pensavo ai nostri ragazzi abituati a stringersi, abbracciarsi, passarsi la bottiglietta: tutto questo mancherà per molto tempo".

"Proporrò di prorogare per tutto aprile il blocco delle competizioni sportive di ogni ordine e grado. Ed estenderò la misura anche agli allenamenti, sui quali non eravamo intervenuti perché c'era ancora la possibilità che si tenessero le Olimpiadi".

"Lo sport non è solo il calcio e il calcio non è solo la Serie A. Destinerò un piano straordinario di 400 milioni di euro allo sport di base., alle associazioni dilettantistiche sui territori, a un tessuto che sono certo sarà uno dei motori della rinascita. Dal calcio di Serie A invece mi aspetto che le richieste siano accompagnate da una seria volontà di cambiamento: le grandi società vivono in una bolla, al di sopra delle loro possibilità, a partire dagli stipendi milionari dei calciatori: devono capire che niente dopo questa crisi potrà più essere come prima" ha concluso il ministro dello sport.
 

spadafora

ARTICOLI CORRELATI:

Tegola Atletico, infortunio al ginocchio per Joao Felix
Tegola Atletico, infortunio al ginocchio per Joao Felix
Coronavirus, Serie A: Pregliasco apre ai tifosi a luglio
Coronavirus, Serie A: Pregliasco apre ai tifosi a luglio
Roma, morto a 21 anni Joseph Perfection
Roma, morto a 21 anni Joseph Perfection
 
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena
Oriana Tubiolo, la dottoressa-wag
Paola Saulino prorompente e sexy