Ciclone Inter sul Torino: la Juve non scappa

La squadra di Conte passa con autorità contro i granata: finisce 3-0, ancora a segno Lautaro e Lukaku.

L'Inter tiene il passo della Juventus passando per 3-0 sul campo del Torino nell'ultimo anticipo del sabato della 13a giornata di Serie A.

La squadra di Conte resta a -1 dai bianconeri che nel pomeriggio si erano imposti in rimonta per 3-1 sul campo dell'Atalanta. Nulla da fare per i granata, alla settima sconfitta in campionato. Alla squadra dell'ex Mazzarri non è bastato approcciare la partita con coraggio e personalità, perché già al 10' la gara si è messa in salita a causa dell'infortunio di Belotti: il Gallo, scontratosi con Skriniar, ha provato a resistere per qualche minuto salvo arrendersi al 10' lasciando la squadra in dieci prima dell'ingresso di Zaza, avvenuto però pochi secondi dopo il gol del vantaggio dell'Inter firmato da Lautaro su invito di Vecino.

La reazione dei padroni di casa è tutta in un paio di tentativi di Verdi e Nkoulou poco prima della mezz'ora, episodi che precedono il raddoppio firmato da De Vrij al 32' su azione d'angolo. I nerazzurri potrebbero subito chiudere la pratica, ma Barella spreca il 3-0 e si fa male nell'azione, uscendo prima dell'intervallo.

Handanovic fa il miracolo su De Silvestri e il Toro si spegne qui, subendo lo 0-3 da Lukaku che al 55' trasforma il resto della gara per l'Inter in un allenamento in vista della Champions League.

Lautaro Martinez
©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

Matteo Ciofani rinforza il Bari
Matteo Ciofani rinforza il Bari
Torino
Torino "allibito" dall'arbitro
Coppa Italia: Inter-Fiorentina, le probabili formazioni
Coppa Italia: Inter-Fiorentina, le probabili formazioni
Toro eliminato e infuriato
Toro eliminato e infuriato
Coppa Italia, Milan ok ai supplementari: festa con Ibra
Coppa Italia, Milan ok ai supplementari: festa con Ibra
Parma, Sepe si fa la prognosi
Parma, Sepe si fa la prognosi
 
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium
Bellissime a Eicma 2019: Giorgia Capaccioli