Braglia attacca al muro Tutino: "Presuntuoso"

Acque agitate a Cosenza dopo la sconfitta di Cremona, l'allenatore attacca l'attaccante scuola Napoli.

Ancora una sconfitta per il Cosenza, piegato 2-0 dalla Cremonese e costretto a rinviare ancora una volta l'appuntamento con la prima vittoria stagionale.

Il tecnico Piero Braglia però promuove la prestazione della squadra: "Io ho visto una buona squadra, che ha giocato la sua partita - ha detto il tecnico toscano nella sala stamp dello 'Zini' - Non è facile venire a Cremona e palleggiare più di loro. Maniero ha avuto una palla buona per segnare, ma io non amo commentare gli errori: gli errori si possono fare. Mi spiace solo per come abbiamo preso i goal, su nostre ingenuità. L'atteggiamento della squadra mi è piaciuto, non quello del signor Tutino, quando è entrato: indisponente". 

Quello contro l'attaccante cresciuto nel Napoli, protagonista nella promozione dello scorso anno, è un duro attacco: "Di questo ne parleremo negli spogliatoi o appena arriveremo in albergo. E' un atteggiamento intollerabile: qui la gente si ammazza di fatica per poter portare a casa un risultato e dobbiamo essere tutti uguali. se facciamo tutti la stessa cosa ci salviamo; se vogliamo fare cose diverse da quello che siamo abituati a fare, è chiaro che poi andiamo incontro a una brutta annata. L'atteggiamento del signor Tutino non lo voglio nemmeno commentare, perché sarei troppo pesante. E' un ragazzo che l'anno scorso abbiamo coccolato, gli abbiamo dato il sangue, poi se una volta non gioca, si atteggia così. Questa è presunzione bella e buona, che nel nostro ambiente non dovrebbe mai esserci, perché bisogna portar rispetto a tutti".

Braglia

ARTICOLI CORRELATI:

Parma generoso ma perdente a Verona
Parma generoso ma perdente a Verona
Samp, salvezza più vicina. Incubo Lecce
Samp, salvezza più vicina. Incubo Lecce
Il Sassuolo passa a Firenze
Il Sassuolo passa a Firenze
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa