Benevento, Vigorito ed Inzaghi gridano allo scandalo

Clima molto teso in casa giallorossa dopo lo scontro salvezza perso col Cagliari: Presidente e tecnico accusano la classe arbitrale.

9 Maggio 2021

"Se vogliamo uccidere una squadra del Sud si manda Mazzoleni": questo il duro attacco del Presidente del Benevento Vigorito contro il fischietto di Bergamo, impegnato al VAR nel match tra i giallorossi ed il Cagliari.

Il Benevento non ci sta. Lo scontro diretto per la salvezza perso contro il Cagliari affossa le ambizioni dei giallorossi di restare in Serie A. Secondo il Presidente Oreste Vigorito però - ed anche ascolando le parole del tecnico Inzaghi - qualcosa, più di qualcosa, non è proprio andato giù.

L'episodio incriminato è avvenuto sul punteggio di 1-2: si tratta di un rigore per i padroni di casa prima concesso dall'arbitro Doveri, e successivamente tolto dallo stesso, richiamato al VAR da Mazzoleni. La decisione cambiata ha mandato su tutte le furie il numero uno giallorosso e l'allenatore dei campani.

"Tutti hanno visto tranne il signor Mazzoleni, mi sono già arrivati messaggi da Napoli. Se vogliamo uccidere una squadra del Sud si manda Mazzoleni" così il presidente del Benevento, "Io non ho mai detto una parola sull'arbitro, ma se non guardano nemmeno la VAR... hanno trovato solo un'altra scusa per le loro caz***te.
Noi stiamo perdendo un anno di sacrifici, mentre lui sta col c... sulla panchina a guardare la tv e cambiare le decisioni. È una vergogna.
Noi squadre medio-piccole non abbiamo più uno strumento per essere tutelati. Non sono un Presidente normale, non ho mai detto nulla contro gli arbitri. Questi signori devono uscire dal calcio. Non è uno sfogo, bisognerebbe analizzare le immagini", ha detto Vigorito ai microfoni di Sky Sport.

Dal canto suo Filippo Inzaghi, molto amareggiato, ha rincarato la dose: "Siamo dispiaciuti, volevamo retrocedere con le nostre gambe, io sono qui solo per ringraziare la mia squadra che ha dominato e meritava di vincere. Siamo stati superiori al Cagliari li abbiamo costretti a cambiare sistema di gioco. Rigore? Siamo molto delusi. L'arbitro mi ha detto che il tocco c'è stato ma lieve, però se ha fischiato il rigore perché vede il contatto è già finito tutto, il VAR non è intervenuto domenica...", ha incalzato Inzaghi sempre all'emittente satellitare.

"I ragazzi piangevano, c'è grande tristezza, si sentono derubati e questo mi spiace molto. Sono nel calcio da tanto tempo ed è brutto, probabilmente oggi non doveva andare così, non doveva andare così per il bene del calcio. Io sono per il calcio vero, quello che mi hanno dimostrato oggi i ragazzi", ha concluso il tecnico.

©Getty Images

NOTIZIE EURO2020:

©Getty ImagesEuro2020, Hjulmand dopo Eriksen non ha più paura di niente
Euro2020, Hjulmand dopo Eriksen non ha più paura di niente
©Getty ImagesEuro2020, in Ungheria orgoglio e delusione
Euro2020, in Ungheria orgoglio e delusione
©Getty ImagesEuro2020, il tabellone degli ottavi di finale
Euro2020, il tabellone degli ottavi di finale
©Getty ImagesEuro2020, Ronaldo da record, la Germania si salva
Euro2020, Ronaldo da record, la Germania si salva
©Getty ImagesEuro2020, Paulo Sousa ora rischia il posto
Euro2020, Paulo Sousa ora rischia il posto
©Getty ImagesEuro2020, Luis Enrique incassa la conferma
Euro2020, Luis Enrique incassa la conferma
 
Dal paracadutista alla modella: le foto delle invasioni di campo più clamorose
Italia-San Marino 7-0: le foto della goleada
Villarreal, trionfo in Europa League: le foto
Gattuso in viola: tutte le panchine di Ringhio. Le foto
I gol che hanno deciso la corsa Champions: le foto
Coppa Italia, Atalanta-Juventus 1-2: le pagelle