Arrigo Sacchi: “Senza di me non ci sarebbe Sarri”

L'ex ct azzurro elogia il tecnico del Napoli: "Sa esaltare i singoli attraverso il gioco".

1 Novembre 2017

Elogiato anche da Pep Guardiola, Maurizio Sarri è ormai un punto di riferimento a livello europeo per la qualità di gioco raggiunta dal Napoli.

Il tecnico toscano viene considerato l’erede di Arrigo Sacchi.

L’ex allenatore del Milan ne ha parlato intervenendo a 'Premium Sport': “Penso che Sarri sia più bravo di me e deve essere così perché ormai sono passati 30 anni dalla mia era e il calcio da allora si è voluto. Senza Sacchi non ci sarebbe Sarri. Michels è stato molto importante per me come Sacchi lo è stato per Sarri”.

Insomma, un’ammissione cui segue un altro elogio al collega che passa attraverso una frecciata alla Juventus di Allegri: “Sarri riesce a far giocare il Napoli in modo formidabile, il suo gioco esalta i calciatori. Guardate Higuain: ha fatto 36 gol solo perché giocava nel Napoli, alla Juventus non ha raggiunto quel rendimento. Non è un caso”.

©

ARTICOLI CORRELATI:

©Quattro squalificati in serie A
Quattro squalificati in serie A
©Giovanni Galli:
Giovanni Galli: "Difensori mediocri, non si parlano"
©Napoli: sfogo Insigne, l'agente smentisce tutto
Napoli: sfogo Insigne, l'agente smentisce tutto
 
Genoa-Sampdoria, le foto del derby della Lanterna
Sassuolo-Napoli, le foto del pirotecnico 3-3
Juventus-Spezia 3-0, le pagelle
Roma-Milan 1-2, le pagelle
Italia femminile, goleada e qualificazione agli Europei: le foto
Juventus-Crotone 3-0, le pagelle