Ancelotti contro il pubblico: "Novanta minuti di insulti"

Il tecnico del Napoli è severo dopo la trasferta sul campo della Fiorentina.

Carlo Ancelotti si gode la vittoria del suo Napoli sul campo della Fiorentina, ma ai microfoni di 'Sky Sport' non risparmia un attacco al pubblico del Franchi.

"Questo è un campo ostico, ma anche un ambiente ostile - ha osservato -. Dopo novanta minuti di insulti ho invitato chi mi inveiva contro ad andare a casa, che ormai era ora di farlo. Essere insultati non fa mai piacere, ma purtroppo gli ignoranti sono tanti. La cosa mi dispiace particolarmente, visto che la Fiorentina era la squadra per cui tifava mio padre e verso cui ho quindi una simpatia".

Quindi l'analisi sulla partita: "Nel pressing eravamo un po' in ritardo, e spesso arrivavamo secondi. Ma abbiamo gestito bene la partita, e questi tre punto sono molto importanti. Abbiamo preso tre gol che sono tanti, ma ne abbiamo pur sempre fatti quattro in trasferta".

E ora la Juve: "Siamo contenti di giocare partite di cartello, vorrebbero essere tutti presenti. Speriamo di giocare una bella partita e anche se è già alla seconda, va bene così", ha aggiunto il tecnico del Napoli.

ARTICOLI CORRELATI:

Balata:
Balata: "Serve regia unica"
Coronavirus-Serie A, le disposizioni Figc
Coronavirus-Serie A, le disposizioni Figc
Serie A e Juve-Inter a porte chiuse: la richiesta Figc
Serie A e Juve-Inter a porte chiuse: la richiesta Figc
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium