Addio De Rossi, Ranieri critica la Roma

Il tecnico giallorosso: "Andava detto in un'altra maniera, dandogli il modo di pensare bene".

Il tecnico della Roma Claudio Ranieri ha commentato così l'addio di De Rossi: "Non so i progetti futuri di Pallotta perché non possono aver parlato con me, visto che tra due partite finirò il mio rapporto con la Roma. Non so che programmi ci saranno, credo che in ogni società di calcio ci sono dei ricambi, per cui ci sta. L’abbiamo visto anche in Italia, squadre che hanno perso grossissimi punti di riferimento. Soltanto che De Rossi, essendo il capitano e una persona storica qui, forse andava detto in un’altra maniera, dandogli il modo di pensare bene. Invece questo non è successo. Ma è la legge del calcio. A questo punto la società vuole cambiare, per cui come sono i giocatori che a volte scelgono altre società, le società a volte scelgono giocatori, allenatori, direttori sportivi. Per una figura così importante, avendo i tifosi della Roma un amore sviscerato per la propria squadra, una considerazione più attenta avrebbe consigliato altro comportamento".

Sulle possibili dimissioni di Totti: "Sono decisioni che deve prendere Francesco, so solo che mi ha chiamato lui e in quel momento è stato uno che conta, che decide. Non so a che punto sia all’interno di questa crescita,. Non si diventa dirigenti subito dopo aver smesso di giocare. Non so quanto sia felice e soddisfatto, queste domande vanno fatte a lui".

ranieri

ARTICOLI CORRELATI:

Serie A: metà match in notturna, solo 10 al pomeriggio
Serie A: metà match in notturna, solo 10 al pomeriggio
Tegola per il Torino, Baselli va ko
Tegola per il Torino, Baselli va ko
Ranieri mette nel mirino l'Inter
Ranieri mette nel mirino l'Inter
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena