Addio a Mario Corso, il ricordo commosso di Moratti

"Era il mio preferito" ha dichiarato l'ex presidente dell'Inter.

"Era il mio preferito della Grande Inter, ma anche mio padre lo adorava, e lui rimase sempre vicino alla nostra famiglia". Massimo Moratti ha ricordato così Mario Corso, uno dei calciatori simbolo della Grande Inter degli anni '60, scomparso sabato all'età di 78 anni. L'ex presidente dell'Inter era legato da una profonda amicizia con Corso, un rapporto nato proprio ai tempi della presidenza del padre Angelo.

"Tecnica sopraffina, gioco in controtempo, le punizioni cosiddette 'a foglia morta': era un piacere vederlo giocare" queste le parole dell'ex presidente nerazzurro riportate dalla 'Gazzetta dello Sport'.

"Mario Corso era l'unico calciatore che Pelè dichiaratamente avrebbe voluto nel suo Brasile - ha aggiunto Moratti -: questo per far capire ai giovani la portata della classe del mio amico".

Massimo Moratti

ARTICOLI CORRELATI:

Roma fuori dall'Europa League
Roma fuori dall'Europa League
Juventus, Sarri in bilico: si scatena il toto allenatore
Juventus, Sarri in bilico: si scatena il toto allenatore
Roma, finita l'era Pallotta: arriva Friedkin
Roma, finita l'era Pallotta: arriva Friedkin
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa