Torino non è più ultima da sola

La vittoria nel posticipo su Bologna vale l'aggancio a Capo d'Orlando.

27 Dicembre 2015

La Manital Torino conquista la seconda vittoria in tre partite, supera la Obiettivo Lavoro Bologna (75-70) nel posticipo della 14esima giornata, al termine di un match intenso ed equilibrato, ed abbandona l'ultimo posto in classifica agganciando la Betaland Capo d'Orlando a quota 8 punti. 
 
Pronti via e la formazione di coach Vitucci è subito in emergenza falli: dopo appena 120 secondi di gioco quelli di squadra sono già 3 e Bologna conduce 2-7 sfruttando il tonnellaggio di Pittman che fa il vuoto sotto le plance. Troppe palle perse e qualche discutibile scelta consentono agli ospiti di colpire dall'arco dei 3 punti con Mazzola e Fontecchio e di toccare subito un vantaggio in doppia cifra (8-19). L'approccio difensivo dei gialloblu è troppo morbido e con il giro palla insistito la Virtus trova sempre il modo di andare a canestro e di chiudere la prima frazione sul rassicurante 26-12. La strigliata di coach Vitucci sul finire di primo periodo scuote i propri ragazzi che aggiustano la mira ed aumentano l'intensità in difesa forzando qualche palla persa di troppo che riduce il gap. Miller e D.J. White sfruttano le invenzioni dal palleggio di Jerome Dyson e la Manital risponde con un super contro parziale di 20-9 che manda le squadre al riposo sul 32-35.
 
Il buon momento dei padroni di casa prosegue anche in apertura di secondo tempo quando la coppia Rosselli-Mancinelli riporta la Manital sul -1 a coronamento di una grande rimonta propiziata dal solito D.J. White. Sotto le plance Pittman e l'ex Boston Celtics danno vita ad una vera e propria battaglia senza esclusione di colpi dalla quale esce vincitrice la formazione bianconera che anche grazie ai 15 punti di un ispirato Simone Fontecchio prova l'ennesimo tentativo di fuga (48-54). A tenere viva la Manital sono i canestri e la grande energia di Miller che, nonostante il netto predominio alla voce rimbalzi della Virtus, portano i padroni di casa a toccare il primo vantaggio dell'incontro a 5 minuti dalla sirena finale (62-61). Il controsorpasso bianconero porta nuovamente la firma di Simone Fontecchio che realizza il proprio massimo di punti in Serie A apparecchiando la tavola per un finale infuocato. Ad uscire vincente dalla battaglia del Pala Ruffini è la Manital Torino che con la stoppata decisiva di D.J. White sul tentativo di Courtney Fells salva il proprio canestro e chiude poi i conti dalla lunetta del tiro libero con Jerome Dyson. Al Pala Ruffini finisce 75-70. 
 
In collaborazione con basketissimo.com
©

ARTICOLI CORRELATI:

©Messina:
Messina: "Non è per nulla una coincidenza..."
©Olimpia Milano, cento sberle dal Fenerbahce
Olimpia Milano, cento sberle dal Fenerbahce
©Juan Marcos Casini, nuova tappa italiana
Juan Marcos Casini, nuova tappa italiana
 
Genoa-Sampdoria, le foto del derby della Lanterna
Sassuolo-Napoli, le foto del pirotecnico 3-3
Juventus-Spezia 3-0, le pagelle
Roma-Milan 1-2, le pagelle
Italia femminile, goleada e qualificazione agli Europei: le foto
Juventus-Crotone 3-0, le pagelle