Petrucci ora si aspetta di più

"Questa qualificazione era un diploma, ora speriamo nella laurea..." racconta.

26 Febbraio 2019

Molto soddisfatto per la qualificazione al Mondiale, il presidente Fip Giovanni Petrucci, punta in alto. "Questa qualificazione era un diploma, ora speriamo nella laurea…" racconta.

"Il Mondiale è un traguardo che tutti volevamo raggiungere – aggiunge -. Il basket italiano merita una considerazione migliore di quella che spesso gli viene attribuita. Mi dispiace quando ci etichettano come quelli che vincono per le assenze altrui. Non è affatto così e adesso in Cina affronteremo un’altra sfida per avvicinarci il più possibile a un sogno che negli ultimi anni è risultato solo tale. Una partita che mi è rimasta nel cuore? Varese, risposta banale. Ai sorteggi, anche quando ero al calcio, non ho mai fatto molto caso. Devo ringraziare e fare i complimenti non solo al ct Meo Sacchetti e ai suoi assistenti Lele Molin, Massimo Maffezzoli e Paolo Conti, uomini straordinari sotto il profilo professionale e umano. Complimenti vanno anche al settore medico e ai collaboratori della Federazione".

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©JB Casale MonferratoJuan Marcos Casini, nuova tappa italiana
Juan Marcos Casini, nuova tappa italiana
©Gazzetta di ReggioReggio Emilia mette pressione a Martino
Reggio Emilia mette pressione a Martino
©Getty ImagesBasket, Poeta ha scelto il suo futuro
Basket, Poeta ha scelto il suo futuro
 
Sassuolo-Napoli, le foto del pirotecnico 3-3
Juventus-Spezia 3-0, le pagelle
Roma-Milan 1-2, le pagelle
Italia femminile, goleada e qualificazione agli Europei: le foto
Juventus-Crotone 3-0, le pagelle
Serie A, le foto di Atalanta-Napoli 4-2