Colpo Pistoia a Torino, Brescia ok

Trento umilia Capo d'Orlando.

Fiat Torino - The Flexx Pistoia 77-84
?Torino si sveglia tardi, e Pistoia infila la seconda vittoria consecutiva, grazie ai 17 punti di Mian (di cui 15 nei primi 12 minuti) e di McGee: per i vincitori della coppa Italia non bastano i 20 di Poeta ed i 19 di Garrett. Altro inizio scintillante per Pistoia dopo la vittoria contro Venezia, concludendo il primo quarto in vantaggio di addirittura 20 punti, limitando i padroni di casa a soltanto due canestri dal campo. Pistoia vola sulle ali del tiro da 3, con grande protagonista Mian: dopo 4/4 da lontano nella prima frazione (6/10 di squadra) arriva la quinta tripla in apertura di secondo quarto. Galbiati chiama il secondo timeout sul +25 per gli ospiti. Dopo il parziale di 7-0 in apertura di quarto, la Fiat prova a reagire con uno di 16-5 per chiudere la prima metà di gioco, con lo svantaggio da rimontare fermo a 16 punti, sul 27-43. La reazione dei padroni di casa continua, con un parziale di 12-2 alla ripresa delle ostilità, portandosi al -4, ma una tripla di Bond rompe l’inerzia dei piemontesi. Torino però è in partita, come testimonia il 28-20 nel terzo quarto (più punti di quanti fatti nei precedenti 20 minuti), portandosi sotto soltanto di 8 punti, sospinta dalle giocate di Garrett e Poeta. Pistoia però, resiste alla spinta della Fiat, grazie alle bombe di McGee, ed impedisce ai padroni di casa di completare una incredibile rimonta.
 

Dolomiti Energia Trentino - Betaland Capo D’Orlando 107-59
La Betaland rimane in partita soltanto per pochi minuti, poi Trento domina incontrastata, arrivando anche al +42 a metà partita, grazie ai 18 di Sutton e ed i 16 di Shields e Gomes. Si salvano in pochi per l’Orlandina, con unica notizia positiva il buon esordio di Smith, autore di 4/8 da 3.? Inizio per i siciliani in linea con il loro momento, ossia nerissimo: 18 punti di vantaggio per i padroni di casa al primo riposo, che limitano i paladini ad un solo canestro dentro l’area. I Trentini sempre saldamente in controllo, anche nel secondo quarto, dove fermano prontamente un parziale di 5-0 della Betaland, concludendo il secondo quarto in vantaggio di 23 punti. Continua Trento a dominare dentro l’area, con soltanto un errore nei primi 4 minuti di terzo quarto, per un parziale di 23-4 per il +42, frutto anche delle 17 palle perse dell’Orlandina. Il resto della partita è pura accademia, utile soltanto per aggiornare le voci statistiche.

Germani Basket Brescia - Red October Cantù 86-71
Primo quarto ad alto punteggio e molto equilibrato, con gli ospiti in vantaggio di 2 punti alla fine del primo quarto. La Germani prova lo strappo, con un parziale di 18-8 nei primi 6 minuti del secondo quarto, portandosi sul triplo possesso di vantaggio. La Red October però si riporta sotto, sospinta dalle giocate di Burns (19+12 alla fine per lui), tornando negli spogliatoi sotto di 4 punti. Nel terzo quarto Brescia però prende il largo e si affida a un Landry ispirato pur se impreciso da 3 punti (2/7): il giocatore bresciano chiude con 17 punti ed è il migliore dei suoi. Nell'ultimo quarto Cantù non riesce a riaprire il match, riportandosi al massimo a -9 con un minirecupero dopo essere finita sotto di 16, ma Brescia porta a casa il match e si mantiene al terzo posto.

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com

ARTICOLI CORRELATI:

Frank Vitucci trova le chiavi della sconfitta
Frank Vitucci trova le chiavi della sconfitta
La Coppa Italia va alla Reyer
La Coppa Italia va alla Reyer
Virtus: no multa, ma applicazione delle regole
Virtus: no multa, ma applicazione delle regole
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium