Deborah Compagnoni si augura una cosa per Dominik Paris

Può andare a medaglia nella discesa libera

L'Italia dello sci alpino spera di fare molto bene alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022 e in campo maschile gli occhi sono puntati su Dominik Paris, quinto dopo le prime due prove cronometrate della discesa libera.

L'ex campionessa olimpica Deborah Compagnoni ha parlato delle sfide di Pechino: "Per quel che riguarda le gare di sci, non azzardo previsioni, ma mi permetto due auspici: Domme Paris si meriterebbe davvero il podio più alto – ha detto la consulente e ambassador di Milano-Cortina 2026, ospitata dalla sezione "L'intruso" del numero 6/2021 di "Vita e Pensiero", il bimestrale culturale dell'Università Cattolica -, e di sicuro le ragazze potrebbero confermare quanto di bello fatto negli ultimi due anni con la prima Coppa del Mondo generale di Federica Brignone e le coppe di specialità di Brignone, Bassino e Goggia. Se l'auspicio, almeno in parte, diventasse realtà sarebbe davvero un buon viatico per Milano-Cortina".

Inoltre, Deborah Compagnoni ha raccontato di quanto siano particolari i Giochi Olimpici: "Che siano a Pechino o sulle Alpi, le Olimpiadi hanno sempre questo di speciale: sono una gara unica e non ti puoi concedere il lusso di sbagliare – ha spiegato -. Come gli esami per gli studenti, sono appuntamenti che mettono addosso una pressione davvero straordinaria".

Articoli correlati