Ginevra Taddeucci e Giorgio Minisini d’argento a Belgrado. Bronzo per Marcello Guidi

Due argenti e un bronzo per l’Italia

La prima parte della giornata di gare del giovedì agli Europei di nuoto di Belgrado ha regalato all’Italia due medaglie d’argento, quella di Ginevra Taddeucci nella 5 km in acque libere e quella di Giorgio Minisini nel nuoto artistico, nel programma del solo libero, e il bronzo di Marcello Guidi nella 5 km maschile.

Per quel che riguarda la 5 km in acque libere femminile, Ginevra Taddeucci ha concluso alle spalle della tedesca Leonie Beck, capace di innestare la marcia superiore nell’ultimissima fase della gara. Chiude il podio l’ungherese Bettina Fabian, che beffa proprio al fotofinish la spagnola Maria de Valdes Alvarez.

Giorgio Minisini, invece, non riesce a replicare l’oro vinto due anni fa a Roma (come già era accaduto nel programma libero), concludendo alle spalle di Ranjuo Tomblin, primo britannico a vincere una medaglia europea nel nuoto artistico. La medaglia di bronzo, invece, va al francese Quentin Rakotomalala.

Guidi, dal canto suo, ha chiuso in terza posizione la 5 km maschile in acque libere, piazzandosi alle spalle dell’ungherese David Betlehem e del francese Marc-Antoine Olivier. Resta quindi al momento una la medaglia d’oro vinta dall’Italia nelle acque della capitale serba: a vincerla Gregorio Paltrinieri, chiudendo in prima posizione la 10 km in acque libere maschile, proprio davanti a Olivier e Betlehem.

Nel pomeriggio poi, nella prova di routine acrobatica, la squadra azzurra composta da Beatrice Andina, Valentina Bisi, Beatrice Esegio, Alessia Macchi, Giorgia Lucia Macino, Marta Murru, Carmen Rocchino e Sophie Tabbiani, ha conquistato il bronzo con 159.2966, finendo comunque distanti dalla Germania, oro con 192.7166, e dalla Grecia, argento con 191.8100.


Articoli correlati

P