Morte Ochoa, si sospetta l'abuso di farmaci

Dalla Spagna filtrano le prime indiscrezioni sull'autopsia effettuata sul corpo dell'ex sciatrice trovata morta a 56 anni.

Sarebbe stato un abuso di farmaci a causare la morte di Blanca Fernandez Ochoa, ex fuoriclasse dello sci spagnollo, argento olimpico nello slalom ad Albertville nel 1992. Il corpo della donna è stato ritrovato senza vita mercoledì 4 settembre a 56 anni nella zona del Pico de la Penota, montagna al confine fra la Comunidad di Madrid e la Provincia di Segovia.

Le origini del decesso filtrano dalle prime indiscrezioni dell'autopsia effettuata sul corpo della donna, rese note da 'El Mundo', che cita fonti di polizia. Resti di pillole sarebbero stati trovati nello stomaco della donna, in particolare di compresse denominate commercialmente Sinogan.

Campioni dei farmaci sono stati inviati per analisi approfondite all'Istituto tossicologico di Madrid. Il farmaco Sinogan, oggi considerato obsoleto, è uno dei marchi di levomepromazina, ha un pesante effetto sedativo antipsicotico e può essere letale se consumato in grandi quantità.
 

Blanca Fernandez Ochoa

ARTICOLI CORRELATI:

Brignone:
Brignone: "L'influenza è passata"
Dorothea Wierer nella storia: terzo oro mondiale
Dorothea Wierer nella storia: terzo oro mondiale
Fantastica Dorothea Wierer, medaglia d'oro ai Mondiali
Fantastica Dorothea Wierer, medaglia d'oro ai Mondiali
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium