Bach: "Pyeongchang non è a rischio"

"Siamo in contatto con i Governi della penisola coreana e non ci sono dubbi in merito ai Giochi olimpici invernali del 2018".

I Giochi olimpici invernali di Pyeongchang (Corea del Sud), in programma dal 9 al 25 febbraio del 2018, "non sono a rischio" nonostante l'escalation di tensioni nella penisola coreana.

Lo assicura il presidente del Cio, Thomas Bach, in conferenza stampa a Lima, in Perù, dove verranno assegnate le Olimpiadi estive del 2024 e del 2028 a Parigi e Los Angeles.

Pyeongchang si trova ad appena 80 chilometri dal confine con la Corea del Nord, protagonista di test nucleari e prove missilistiche che hanno fatto scattare l'allarme a livello mondiale.

"Non vedo pericoli al momento, esiste un chiaro impegno e speriamo che la diplomazia e la pace prevarranno - dice il numero 1 del Cio -. Siamo in contatto con i Governi della penisola coreana e non ci sono dubbi in merito ai Giochi olimpici invernali del 2018. Tra l'altro l'Onu sta discutendo su una possibile risoluzione di tregua olimpica. Speriamo che queste discussioni, a cui contribuiremo, avranno successo, affinche' la risoluzione possa essere approvata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel mese di novembre".

Bach

ARTICOLI CORRELATI:

Dorothea Wierer nella storia: terzo oro mondiale
Dorothea Wierer nella storia: terzo oro mondiale
Fantastica Dorothea Wierer, medaglia d'oro ai Mondiali
Fantastica Dorothea Wierer, medaglia d'oro ai Mondiali
Italia d'argento ai Mondiali di biathlon
Italia d'argento ai Mondiali di biathlon
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium