Petrucci: "Non voglio fare danni"

C’era grande attesa a Le Mans per il ritorno di Danilo Petrucci, costretto a saltare le prime quattro gare della stagione 2016 di Motogp per il doppio infortunio alla mano destra. E l’applauso del suo team al termine della FP2 è stata la soddisfazione più grande per Octo Pramac Yakhnich nel primo giorno del Grand Prix de France.
 
Il primo obiettivo di Petrux era quello di verificare lo stato della mano e le sensazioni sono state subito positive durante la FP1 in cui il pilota di Terni ha girato riuscendo a sopportare senza problemi un prevedibile fastidio alla mano destra. Il controllo effettuato in Clinica Mobile ha dato esito positivo e Petrux ha acquistato fiducia per poter migliorare nel pomeriggio abbassando di oltre un secondo e tre decimi il suo miglior tempo per finire in 11° posizione a 76 millesimi da Valentino Rossi.
 
"Non sapevo cosa aspettarmi dalla mia mano - ha raccontato il centauro umbro -. Per me sarebbe stato bellissimo finire i due turni e sinceramente non mi aspettavo di finirli vicino alla Top 10. Sono molto contento perché questa gara per me è come un test. Non conosco queste gomme e mi mancava tanto andare in moto. Ringrazio la mia squadra che come in Qatar mi ha messo nella condizione di dover pensare pochissimo e cercare solo di guidare bene. Sono davvero felice ma non devo esagerare: in questo week end non voglio fare danni per arrivare al Mugello nella miglior condizione possibile".

ARTICOLI CORRELATI:

MotoGp, anche il Mugello rinviato
MotoGp, anche il Mugello rinviato
Coronavirus, la preoccupazione di Petrucci
Coronavirus, la preoccupazione di Petrucci
Jorge Lorenzo, che ammissione su Valentino Rossi
Jorge Lorenzo, che ammissione su Valentino Rossi
 
Zaira Nara e Wanda Nara: il derby della sensualità
Con Wanda Nara la vita è meno amara
Le foto di Soraja Vucelic, la prorompente ex di Neymar
Le foto della figlia di Hulk Hogan