Matri al Brescia dopo il no di Conte

Il tecnico avrebbe bocciato nelle battute finali di mercato la possibilità di tornare ad allenare l'ex juventino.

Antonio Conte e Kwadwo Asamoah sono i due ex juventini che proveranno a interrompere l’egemonia dei bianconeri in campionato dopo otto scudetti consecutivi.

Il tecnico salentino ha ritrovato all’Inter il ghanese già avuto per due stagioni alla Juve, eppure la “colonia” di ex della Vecchia Signora in nerazzurro avrebbe potuto essere più ampia.

Come riporta 'La Gazzetta dello Sport', infatti, Conte ha detto no sul finire del mercato alla possibilità di tornare ad allenare Alessandro Matri. L’esperto attaccante era stato proposto ai milanesi dall’agente Tullio Tinti, ma Conte, pur stimando profondamente Matri, si è opposto, preferendo valorizzare il talento classe 2002 Salvatore Esposito, promosso dalla Primavera alla prima squadra.

Matri ha quindi poi lasciato il Sassuolo per accasarsi al Brescia dove ha ritrovato Massimo Cellino, suo ex presidente al Cagliari, e dove farà coppia in attacco con Mario Balotelli.
 

ARTICOLI CORRELATI:

Niente Messi per l'Inter: sarà ancora del Barcellona
Niente Messi per l'Inter: sarà ancora del Barcellona
Milenkovic pensa solo alla Fiorentina
Milenkovic pensa solo alla Fiorentina
Sampdoria, Barreto rescinde:
Sampdoria, Barreto rescinde: "Colpa del Coronavirus"
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena