Taglialatela: "Dire Juve m... diverte"

"Lo canto quando lo merita", racconta il membro della commissione Antimafia, tifoso del Napoli, che sta analizzando la vicenda riguardante Juventus e il tifo organizzato.

29 Marzo 2017

Marcello Taglialatela, membro della commissione Antimafia che sta analizzando la vicenda riguardante Juventus e il tifo organizzato, ha parlato a ‘La Zanzara’, su Radio24.

"La storia di Agnelli - ha detto -? Da parte della società è stato sottovalutato, nella migliore delle ipotesi, il ruolo dell'indagato per reati così gravi come quello dell'appartenenza alla 'ndrangheta. Agnelli deve essere punito? A me non interessa. Il calcio deve fare i conti con quello esiste, ovvero la sottomissione nei confronti degli ultras. E' vero, non sono un soggetto idoneo a essere considerato al di sopra delle parti...".

"Dal punto di vista della passione, sono un ultras del Napoli - ha aggiunto -. Dire Juve m... è una cosa che diverte dal punto di vista calcistico. Lo canto quando lo merita. Ma non ha nulla a che vedere con i cori di Salvini contro la città di Napoli e contro i suoi abitanti vittime di pregiudizi".

E ancora: "Io so che gli arbitri sono sponsorizzati dalla Fiat e dalla Juventus, prendono soldi. E' assolutamente vero. Hanno una sponsorizzazione di una società che fa capo alla Fiat".

©Facebook

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesIlicic dribbla le voci sul Milan
Ilicic dribbla le voci sul Milan
©Getty ImagesIlicic manda al tappeto la Fiorentina
Ilicic manda al tappeto la Fiorentina
©Getty ImagesFonseca si tiene stretto il risultato
Fonseca si tiene stretto il risultato
 
Ajax-Roma 1-2, le foto del colpaccio giallorosso
Juventus-Napoli 2-1, le pagelle: ci pensano CR7 e Dybala
Real Madrid-Liverpool 3-1, le foto
Torino-Juventus 2-2, le foto più belle
Lituania-Italia 0-2, le foto
Italia-Irlanda del Nord 2-0, le foto