Gianluigi Buffon categorico su Leonardo Bonucci e la Juventus

Le parole di Gianluigi Buffon

Gianluigi Buffon ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Serie A con Rds, in cui ha parlato anche della vicenda legata a Leonardo Bonucci. "Ci sono alcuni momenti in cui si entra in dinamiche strane, poi non si riesce a vedere la via d'uscita e lo spiraglio. Quando Leo avrà l'opportunità insieme ai dirigenti di rivedersi magari in un altro luogo, in altro contesto che non sia quello calcistico riusciranno a trovare un modo per riconciliarsi come la storia di entrambi merita" ha sottolineato.

"Si può tornare a sognare con l'Italia? Il sogno è gratuito. Si può incominciare a sognare con delle buone motivazioni, secondo me la nazionale ha avuto la fortuna di trovare un allenatore libero nel suo miglior momento – ha ammesso l'ex portiere -. Le squadre di Spalletti sono state squadre apprezzate da tutti per il gioco. Per me è stato una rivelazione. Come allenatore non avevo nessun dubbio, mi ha colpito tanto il grado di professionalità, ha delle letture anche psicologiche nelle quali coglie ogni piccola sfumatura".

Infine, si è espresso sul suo nuovo ruolo di capo delegazione della Nazionale: "Mi incuriosiva molto, mi piaceva tanto. Ho pensato che potesse essere il vestito adatto per me, poi il fatto di ritornare in un ambiente che conosco bene, qualificante e qualificato, con il desiderio di rivalsa per un altro mondiale nel quale siamo stati assenti, è stato uno stimolo in più, quello che mi ha incentivato".

Articoli correlati