Romagnoli non si arrende

10 Marzo 2016

Alessio non si arrende. Romagnoli è una delle note liete della contraddittoria e discontinua stagione del Milan. Dopo un avvio non semplice, l’ex romanista ha mostrato il proprio talento confermando di poter essere uno dei punti fermi del percorso che dovrà portare i rossoneri ai vertici del calcio italiano e europeo.
 
E se oltre alle qualità, ci si mette pure l’ottimismo… Premiato da Levissima, uno degli sponsor del Milan, come l’“Everyday Climber” del calcio italiano, riconoscimento assegnato dagli utenti della rete in virtù della tenacia e della “sete di conquista” mostrate nei primi mesi in rossonero, Romagnoli sembra infatti ancora credere alla rincorsa al terzo posto, diventata una missione quasi impossibile dopo la sconfitta contro il Sassuolo che ha interrotto la serie di 9 risultati utili in campionato:
 
“Domenica abbiamo fatto una partita molto brutta, ora dobbiamo rialzarci e tornare a vincere a Verona - ha detto Romagnoli durante l’incontro con la stampa in Piazza Portello, a margine della premiazione - Ma la Champions è un nostro obiettivo, e finché sarà possibile arrivarci lotteremo, a meno che la Roma non ci stacchi troppo. Dobbiamo provare a vincere tutte le partite".
 
Ottima idea, di sicuro condivisa dal presidente Berlusconi. Che aveva proposto a Mihajlovic due settimane fa proprio questo aut aut per ottenere la conferma in panchina: “Il mister è stato fondamentale per me, sia al Milan che alla Samp, spero di continuare con lui. Mi allineo con quanto ha detto Abbiati, la pensiamo tutti come lui". Il terzo portiere rossonero aveva definito non un errore, ma “un’occasione persa” la mancata conferma del tecnico serbo.
 
Ma con o senza Sinisa, Alessio giura amore al Diavolo: "C'è stato un grande sforzo del presidente Berlusconi e di Galliani per farmi arrivare qui, ma io non ho avvertito alcuna pressione grazie anche ai miei compagni che mi hanno aiutato nell’ambientamento. Il Milan è una grandissima società, spero di rimanere il più a lungo possibile e di diventare una bandiera". Possibilmente vincente...
©

NOTIZIE EURO2020:

©Euro2020, prima gioia per Ucraina e Shevchenko
Euro2020, prima gioia per Ucraina e Shevchenko
©Euro2020, Simon Kjaer torna in campo per Christian Eriksen
Euro2020, Simon Kjaer torna in campo per Christian Eriksen
©Euro2020, Manuel Locatelli:
Euro2020, Manuel Locatelli: "Sono orgoglioso"
©Euro2020, Roberto Mancini e la dedica a chi soffre
Euro2020, Roberto Mancini e la dedica a chi soffre
©Euro2020, la notte magica di Locatelli: 3-0
Euro2020, la notte magica di Locatelli: 3-0
©Euro2020, Giorgio Chiellini dalla gioia alla doppia delusione
Euro2020, Giorgio Chiellini dalla gioia alla doppia delusione
 
Dal paracadutista alla modella: le foto delle invasioni di campo più clamorose
Italia-San Marino 7-0: le foto della goleada
Villarreal, trionfo in Europa League: le foto
Gattuso in viola: tutte le panchine di Ringhio. Le foto
I gol che hanno deciso la corsa Champions: le foto
Coppa Italia, Atalanta-Juventus 1-2: le pagelle