Rissa ad Ascoli, Vivarini chiede giustizia

Il Foggia pareggia al 95', il tecnico dei bianconeri invoca l'intervento della Procura federale per un colpo subito da Beretta.

26 Febbraio 2019

Beffa finale per l’Ascoli, raggiunto in casa al 95’ dal Foggia nella 26a giornata.

I bianconeri vedono sfumare due punti che sarebbero stati preziosi per allontanarsi ancora di più dalla bassa classifica e al termine della gara il tecnico Vincenzo Vivarini non sa trattenere la delusione: "Nel finale abbiamo sbagliato, siamo stati ingenui, ci era già successo, ma ci siamo ricaduti. Bastava che Ninkovic gestisse la palla e la portasse vicino alla bandierina, anche se va detto che Kragl ha fatto una giocata da Serie A, perché dopo il tunnel ha fatto partire un gran missile. Peccato, sono due punti persi perché sotto l'aspetto tattico abbiamo fatto una buona partita concedendo pochissimo, ma non abbiamo sfruttato bene quelle create”.

L'ex allenatore dell'Empoli parla poi del finale nervoso, con un colpo proibito ricevuto da Beretta: "Sento troppi malumori ma dobbiamo essere compatti e vogliosi di stare vicino ai giocatori. Comunque Beretta ha preso un colpo alla testa e ha un trauma cranico. Spero che ci fosse la Procura federale, noi l'abbiamo pagata con Padella. È stato un comportamento vergognoso”.
 

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesDouglas Costa:
Douglas Costa: "Allegri ho fatto fatica a capirlo"
©Getty ImagesMilena Bertolini, parole d'orgoglio dopo la qualificazione
Milena Bertolini, parole d'orgoglio dopo la qualificazione
©Getty ImagesStefano Pioli rivuole il Milan di prima
Stefano Pioli rivuole il Milan di prima
 
Italia femminile, goleada e qualificazione agli Europei: le foto
Juventus-Crotone 3-0, le pagelle
Serie A, le foto di Atalanta-Napoli 4-2
Milan-Inter 0-3, le pagelle del derby
Serie A: Cagliari-Torino 0-1, le pagelle
Serie A: Inter-Lazio 3-1, le pagelle