Napoli, dipendenti in cassa integrazione

La decisione di Aurelio De Laurentiis fino all'inizio degli allenamenti: provvedimento per 15 persone.

Cassa integrazione per 15 dipendenti del settore amministrativo, in attesa di partire con la contrattazione con i calciatori per eventuali tagli dell'ingaggio per il periodo di stop per il Covid19. Sono queste le mosse del Napoli dopo circa un mese di stop all'attività sportiva del club. La società azzurra è ferma e il presidente De Laurentiis ha deciso quindi di dare accesso alla cassa integrazione per 15 dipendenti che lavorano nell'area amministrativa e che non avevano particolari attività da svolgere neanche in smart working. Lo riporta l'Ansa.

La cassa integrazione, all'80% dello stipendio, durerà fino al giorno della ripresa degli allenamenti che viene considerato il giorno della ripartenza. Una ripresa che, si ipotizza da fonti azzurre, potrebbe verificarsi per la fine del mese di aprile se l'emergenza Covid19 continuasse a contrarsi e si decidesse di far ripartire il campionato a fine maggio.

de laurentiis

ARTICOLI CORRELATI:

Lazio, rientra l'allarme per Milinkovic
Lazio, rientra l'allarme per Milinkovic
Serie A: scudetto non assegnato in caso di nuova sospensione
Serie A: scudetto non assegnato in caso di nuova sospensione
Alessandro Florenzi tra Serie A e Liga
Alessandro Florenzi tra Serie A e Liga
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena