Nainggolan litiga col suo ex vice

Finale di partita burrascoso a Torino con protagonista il centrocampista della Roma.

Ennesima sconfitta per la Roma in casa della Juventus. Giallorossi battuti per la prima volta in trasferta, dopo i ko interni contro Inter e Napoli.

Al termine della gara ai microfoni di Premium Sport ha parlato Radja Nainggolan: “Venire qui, a volte soffrire, avere delle occasioni e non concretizzarle ti lascia l’amaro in bocca anche se abbiamo giocato contro una squadra molto forte. Davanti abbiamo sbagliato qualcosa di troppo, è lì che si è decisa la partita: Schick era un po’ giù per l’occasione fallita, ma sta crescendo e da qui alla fine sono sicuro che certe palle le trasformerà in gol. Se crediamo ancora nello scudetto? Dobbiamo concentrarci partita dopo partita. Perdere con la Juventus a Torino non è un dramma, ma parlare di scudetto in passato non ci ha portato bene, dobbiamo solo fare il nostro percorso”. 

Per Nainggolan la gara in casa della Juventus non è mai banale. Fischiato dai tifosi bianconeri, dopo il triplice fischio è arrivato pure un battibecco con il vice allenatore della Juve Marco Landucci, già secondo di Allegri a Cagliari proprio con Nainggolan: “Cosa è successo con Landucci nel finale? Volevo stringergli la mano e lui mi ha mandato a quel paese senza motivo: l’ho avuto a Cagliari, non me lo aspettavo. Il nervosismo ci può stare, ma la mano si stringe”.
 

Nainggolan

ARTICOLI CORRELATI:

Premier League, lo United sorprende il Chelsea
Premier League, lo United sorprende il Chelsea
Pioli spiega i
Pioli spiega i "casi" Ibrahimovic e Musacchio
Il Milan si rialza con Rebic e punta l'Europa: Torino battuto
Il Milan si rialza con Rebic e punta l'Europa: Torino battuto
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium