La regola del sospetto colpisce Daniele Orsato

All'arbitro italiano si rimprovera la mancata uniformità di giudizio rispetto ad un episodio risalente all'ottobre 2021

Il Mondiale in Qatar si è aperto con la gara inaugurale tra i padroni di casa e l'Ecuador, vinta dai sudamericani con un 2-0 che non ha ammesso troppe repliche. Nonostante il buon numero di ammonizioni comminate, il match è scorso via tranquillamente, senza polemche arbitrali. Il fischietto della partita, il nostro Daniele Orsato, si è reso protagonista di un episodio che ha fatto discutere e non poco i tifosi di fede romanista sui social.

Al 15' del primo tempo infatti, dopo aver superato il portiere avversario, il capitano della 'Tricolor' Enner Valencia è stato atterrato in area di rigore. Anzichè fishciare subito il penalty, Orsato ha atteso lo sviluppo dell'azione, per poi decretare la massima punizione solo dopo aver verificato che l'Ecuador non segnasse comunque nel prosieguo dell'azione offensiva. Un'applicazione perfetta del regolamento, che tuttavia ha suscitato delle recriminazioni per quanto accaduto all'Allianz Stadium il 17 ottobre del 2021.

in quell'occasione, durante un Juve-Roma, sul finale del primo tempo Szczesny atterrò fallosamente in area Mkhitaryan: Orsato concesse subito il rigore senza attendere che l'azione proseguisse, con Abraham che pochi istanti dopo depositò la palla dell'1-1 in rete. Il caso volle che lo stesso centravanti inglese si fece parare il tiro dal dischetto dal portiere polacco, con le relative proteste, nell'intervallo, del giallorosso Cristante. Immortalato dalle telecamere nel tunnel poco prima della ripresa del gioco nel secondo tempo, Orsato rispose all'ex Atalanta che 'sul rigore il vantaggio non si dà mai'. Da qui le polemiche che i tifosi romanisti stanno mettendo in atto sui vari canali social.

 

Articoli correlati