L’impavida Islanda è pronta al debutto

Non paga dell’exploit all’Europeo, dove si spinse fino ai quarti dopo aver eliminato l’Inghilterra nella fase a gironi, l’Islanda si è preparata con cura allo storico debutto al Mondiale contro l’Argentina. Chiuso il girone eliminatorio al primo posto davanti alla Croazia, avversario che Gunnarsson e compagni ritroveranno in Russia, i giocatori del ct Hallgrimsson non sembrano temere un debutto così impegnativo: “Contro l’Albiceleste sarà la partita più importante della nostra storia, ma non abbiamo timore di nessuno: vogliamo superare il girone. Negli ultimi quattro anni siamo stati costanti nei risultati, abbiamo dimostrato che l’Europeo non è stato un miracolo e che la nostra non è una favola” le parole del commissario tecnico, che ha pure scherzato sulla propria professione: “Precedo le domande di voi giornalisti: faccio ancora il dentista e non smetterò mai il mio lavoro”. 

Hallgrimsson si è poi detto orgoglioso che la propria Nazionale si sia meritata il tifo di molti spettatori neutrali: “Per chi ci conosce è impossibile non amarci. Siamo pochi, piccoli e ‘lontani’. Non diamo fastidio e non abbiamo mai partecipato a una guerra”.

Articoli correlati

P