Lite con Sensi per la punizione: Pellegrini spiega

Ecco cosa è successo tra i due, protagonisti di una strana scaramuccia durante Armenia-Italia.

Sono sostanzialmente cresciuti e poi esplosi insieme nel Sassuolo, e ora giocano insieme con la maglia della Nazionale. Eppure nel corso di Armenia-Italia hanno dato vita a una discussione in diretta mondiale, quando in occasione di un calcio piazzato per gli Azzurri si sono contesi la palla. Stiamo parlando di Stefano Sensi e Lorenzo Pellegrini, con quest'ultimo che alla fine ha tirato la punizione mancando anche la porta. E nel dopopartita ha voluto raccontare ai microfoni di 'Rai Sport' che cosa è successo.

"Quando c'è una punizione dal limite è normale che ci siano diversi giocatori che vogliono batterla - ha osservato il centrocampista della Roma -. Quella punizione me la sono procurata io e quindi volevo batterla. Poi però con Stefano ci siamo chiariti e anche Bernardeschi ha capito".

"Giocare in Nazionale è un grande onore - ha poi spiegato il giallorosso - e ogni calciatore spera di giocarci sempre. Io mi metto completamente a disposizione e penso anche di poter giocare in questo nuovo ruolo. E stasera vincere era importante, anche perché loro erano una squadra ostica".

ARTICOLI CORRELATI:

La Lazio espugna il 'Ferraris' e resta vicina alla Juve
La Lazio espugna il 'Ferraris' e resta vicina alla Juve
Coronavirus, Spadafora:
Coronavirus, Spadafora: "Prudenza e responsabilità"
Coronavirus, rinviata anche Torino-Parma
Coronavirus, rinviata anche Torino-Parma
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium