Genoa e Samp ricordano Remaggi

Un malore improvviso non ha lasciato scampo a Gabriele Remaggi, 48 anni, giornalista professionista genovese. Ha lavorato per tante testate, tra cui il Secolo XIX, la Repubblica, il Corriere Mercantile, la Gazzetta dello Sport, Primocanale e Telecittà. Attualmente seguiva lo sport per la Stampa.
 
Remaggi era anche un notissimo volto nel mondo del rugby. Fortemente legato al Cus Genova, dopo tanti anni in campo da pilone per il "suo" club ha lavorato fino a ieri come addetto stampa. Aveva scritto un libro con Marco Bollesan, "Una meta dopo l'altra", in cui raccontava la vita del famoso rugbista cresciuto nella città della Lanterna. 
 
Genoa e Sampdoria lo hanno ricordato sui rispettivi siti ufficiali.
 
"Il Genoa Cfc prende parte al dolore dei famigliari e si unisce al lutto dei colleghi e del Cus Genova rugby, per l’improvvisa scomparsa del giornalista sportivo Gabriele Remaggi. La cerimonia funebre si terrà domattina, alle ore 10, nella parrocchia di Santa Maria Assunta a Sestri Ponente. Ciao “Lele” grazie per la tua professionalità, cordialità e amicizia. Ti abbiamo stimato e voluto bene. Ufficio Stampa". 
 
"Ciao Lele. Se ne è andato così, senza lasciare neanche il tempo di un giusto saluto, Gabriele Remaggi, 48enne, giornalista, amante dello sport e tifoso blucerchiato. Il presidente Massimo Ferrero e tutta l’U.C. Sampdoria porgono alla moglie Cristiana, alle piccole Agnese e Caterina e a tutta la famiglia le più sentite condoglianze".

Articoli correlati