Gattuso si sfoga: "Io sempre in discussione"

L'allenatore del Milan amaro dopo il successo sul Frosinone che tiene i rossoneri in corsa per un posto in Champions League.

Giornata di ultime volte in casa Milan. La gara contro il Frosinone è stata l’ultima in casa della stagione, coincisa con l’addio ai propri tifosi di Ignazio Abate, commosso al momento della sostituzione e salutato dalla standing ovation di San Siro.

Anche il futuro di Rino Gattuso però è tutt’altro che definito, nonostante il contratto fino al 2021.

Molto dipenderà dalla qualificazione o meno alla prossima Champions League, ma il tecnico calabrese ha pronunciato parole amare al termine della partita ai microfoni di ‘Sky Sport’: "È dal primo luglio mi son sentito dire che dovevo lasciare il club. Oggi parla la classifica, io poi vengo giudicato, ma questa squadra ha fatto tanta roba ed è merito dei miei ragazzi che mi hanno seguito. Abbiamo fatto quello che dovevamo, forse abbiamo fallito nel dare la stoccata vincente, abbiamo avuto un ciclo di sette partite in cui abbiamo fatto cinque punti, per la Champions serve continuità”. 

"Siamo arrivati in semifinale di Coppa Italia, l’unica pecca è essere usciti al primo turno in Europa League - ha proseguito Gattuso - Io continuo a fare questo lavoro, spero di restare qua, penso di essere bravino, ma di dover ancora migliorare qualcosina”.
 

ARTICOLI CORRELATI:

Serie A, il Cts:
Serie A, il Cts: "Quarantena resta di due settimane"
Lecce, tamponi tutti negativi
Lecce, tamponi tutti negativi
Serie C, Rimini pronto al ricorso
Serie C, Rimini pronto al ricorso
 
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena
Oriana Tubiolo, la dottoressa-wag