Enrico Boni vede una nube nel Parma che vola

Genoa portafortuna dei crociati: "La squadra è più forte dell'anno scorso, ma c'è chi non è contento".

Se la Spal si è ormai affermata come la bestia nera del Parma dal ritorno in A dei crociati, il Genoa è un autentico portafortuna per la squadra di D’Aversa. Tre partite e tre vittorie, l’ultima delle quali roboante.

Il 5-1 del “Tardini” lascia senza parole anche Enrico Boni: “Si potrà dire che il Genoa di fatto non abbia giocato e che sia sceso in campo guidato da un allenatore già esonerato, ma resta una prestazione di spessore e una partita mai in discussione sul piano tecnico” ha detto l'opinionista-tifoso nella sua rubrica settimanale per 'Sportal.it'.

Con quattro vittorie ed altrettante sconfitte in otto partite il Parma si colloca in una tranquilla posizione di centroclassifica: “Un dato emerge su tutti – osserva Boni – Nella scorsa stagione le vittorie casalinghe sono state in tutto cinque adesso sono già tre. È il segnale, ma lo sapevamo già, che la squadra è più forte rispetto allo scorso anno. Nello scorso campionato ci siamo basati su poche certezze, quest’anno ci sono elementi in grado di sostituire i titolari”. 

Un esempio per tutti il super Andreas Cornelius, che sembra pronto per insidiare il posto da titolare di Inglese anche quando l’ex napoletano avrà smaltito l’ennesimo infortunio: “Quella del danese è una bella storia, pure romantica perché in tribuna c’erano i suoi nonni. Il momento è sicuramente positivo, ma non facciamo troppi proclami anche perché il Parma ci ha abituato che dopo un buon periodo e una bella vittoria è sempre arrivato il calo e d’ora in poi il calendario si farà più difficile. Speriamo la squadra non si sieda”.

Eppure c’è una nube all’orizzonte, quella di un nuovo acquisto che è già un oggetto misterioso: “Purtroppo l’unico giocatore scontento attualmente è Karamoh. Alla lunga sarà un problema, perché ce lo siamo presi in prestito con obbligo di riscatto quindi andrà acquistato a titolo definitivo. Di fatto è un nostro giocatore, ma non sapremo cosa farcene, è ormai fuori dal progetto tecnico”.
 

ARTICOLI CORRELATI:

Serie A, il Cts:
Serie A, il Cts: "Quarantena resta di due settimane"
Lecce, tamponi tutti negativi
Lecce, tamponi tutti negativi
Serie C, Rimini pronto al ricorso
Serie C, Rimini pronto al ricorso
 
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena
Oriana Tubiolo, la dottoressa-wag