Coronavirus, parla Malagò

Il presidente del CONI ha analizzato la possibilità di giocare a porte chiuse.

23 Febbraio 2020

Ai microfoni di Sky Sport Giovanni Malagò ha parlato dell'ipotesi di giocare a porte chiuse dopo l'allarme Coronavirus: "Non mi sento assolutamente di confermarlo né tantomeno di avallarlo. E' chiaro che questa è un'ipotesi che ieri è stata presa in considerazione però dovete tener presente che questa decisione comporta innanzitutto un primo problema di carattere economico finanziario".

"Nel caso dell'Inter erano previste 70-80mila persone e bisogna farsi carico di questo. La seconda questione è che, vista l'urgenza e l'immediatezza del provvedimento del Governo che lo sport ovviamente ha voluto sottolineare, confermare e aderire, se si fosse optato per una partita a porte chiuse, visto che la gente aveva preso il biglietto". 

"Qualcuno era già in sede e qualcuno veniva da fuori, ci poteva essere un problema di ordine pubblico e mi sembra che in questo momento tutte le forze della polizia, e mi risulta anche dell'esercito in alcune zone del paese, sono impegnate in situazioni oggettivamente di priorità diversa rispetto a quello dello sport. Io non posso parlare degli altri ma penso sia stata fatta una valutazione da chi è di competenza, ovvero in questo caso la Prefettura" ha concluso il presidente del CONI.

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesRoma, altra tegola su Nicolò Zaniolo: positivo al Covid
Roma, altra tegola su Nicolò Zaniolo: positivo al Covid
©Getty ImagesMilan decimato a Cagliari: probabili formazioni
Milan decimato a Cagliari: probabili formazioni
©Getty ImagesCaos Barcellona: Messi perde trofeo e faccia
Caos Barcellona: Messi perde trofeo e faccia
 
Inter-Juventus 2-0, le pagelle
Le pagelle di Lazio-Roma 3-0
Supercoppa alla Juve, le foto
Serie A: le foto di Roma-Inter 2-2
Le pagelle di Milan-Juventus 1-3
Cristiano Ronaldo schianta da solo l'Udinese: le foto