Contrordine: a Barcellona si gioca a porte chiuse

Il no della Liga ha fatto ritornare sui suoi passi i blaugrana: alcuni giocatori, come Pique', non volevano giocare.

1 Ottobre 2017

Domenica convulsa a Barcellona nel giorno del referendum catalano. Il club blaugrana aveva richiesto alla Liga il rinvio della partita con il Las Palmas per ragioni di sicurezza, ma poi, di fronte al no dell'organismo del calcio spagnolo, è tornato sui suoi passi: la partita si giocherà a porte chiuse.

E' stato lo stesso Barcellona, in un comunicato, ad annunciarlo ufficialmente: "Il Barcellona condanna le azioni commesse in molte località della Catalogna per impedire l'esercizio del diritto democratico del voto e della libera espressione dei cittadini".

"Considerata l'eccezionalità di questi fatti, la Giunta direttiva ha deciso che la partita contro il Las Palmas si disputerà a porte chiuse, dopo la risposta negativa della Liga per un possibile rinvio". Secondo Marca, alcuni giocatori, tra cui Piqué, non volevano giocare.

 

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesSuperlega: invitato un quarto club di Serie A
Superlega: invitato un quarto club di Serie A
©Getty ImagesFlorentino Perez:
Florentino Perez: "Inaccettabili gli insulti ad Agnelli, salveremo il calcio"
©PenSudTirol, fallito il sorpasso in vetta
SudTirol, fallito il sorpasso in vetta
 
Milan-Genoa 2-1, le pagelle: la decide un autogol di Scamacca
Europa League: Roma-Ajax 1-1, le foto
Liverpool-Real Madrid 0-0, le foto
Psg-Bayern Monaco 0-1, le foto della supersfida
Ajax-Roma 1-2, le foto del colpaccio giallorosso
Juventus-Napoli 2-1, le pagelle: ci pensano CR7 e Dybala