Conte sarcastico: "Non stiamo comprando mezzo Real"

"Mandate messaggi poco chiari" ha detto il tecnico nerazzurro ai giornalisti in conferenza stampa.

Nella conferenza stampa di presentazione di Inter-Cagliari, più che dell'avversario di giornata ha tenuto banco il calciomercato del club nerazzurro. In questo senso Antonio Conte ha ammonito, in modo sarcastico, tutti quelli che danno notizie di mercato: "I messaggi che mandate non sono chiari – ha detto il tecnico ai giornalisti presenti -: sembra che abbiamo preso metà Real Madrid. Io non cambierei assetto tattico considerando che le cose stanno andando bene, bisogna solo lavorare ancora di più per migliorare. Sono molto concreto, le altre cose sono aria fritta".

"Ho sempre detto che se fosse arrivato qualcuno era per sostituire chi andava via e che sarebbero state operazioni all'insegna dell'equilibrio – ha aggiunto Conte -. Lazaro è andato via in prestito, Moses è arrivato in prestito. Visti i problemi di Asamoah, abbiamo deciso di puntare sull'esperienza di Young perché vogliamo una risposta pronta. Leggo di calciatori in uscita. Se entreranno dei soldi verranno investiti, altrimenti no".

"Non ci stiamo inventando niente di particolare. Stiamo cercando di potenziare la squadra con delle idee e, se arrivano soldi, fare degli investimenti. Il direttore è stato molto chiaro: se ne arrivano due ne arrivano altri due, se ne vanno via tre ne arrivano altri tre. Si chiama matematica. Rimanendo coi piedi per terra, anche perché arrivano giocatori che non giocano da un po'. Non dobbiamo perdere di vista la realtà, servirà del tempo per rimetterli a posto" ha dichiarato il tecnico nerazzurro chiudendo l'argomento.

conte

ARTICOLI CORRELATI:

Europa League: crollo Ajax, disfatta portoghese
Europa League: crollo Ajax, disfatta portoghese
Giacomo Poluzzi rivede la Serie B
Giacomo Poluzzi rivede la Serie B
L'Inter scaccia la crisi, ma a Conte non basta
L'Inter scaccia la crisi, ma a Conte non basta
 
Le foto di Natasha Thomsen
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium