Cagliari da impazzire, Sampdoria beffata

Posticipo emozionante alla "Sardegna Arena": la squadra di Maran passa da 1-3 a 4-3 negli ultimi venti minuti e resta al quarto posto.

Dopo aver visto il cambio della guardia in testa alla classifica, la 14a giornata di Serie A si completa con l'emozionante vittoria del Cagliari che rimonta e batte la Sampdoria, uscita sconfitta per 4-3 dalla "Sardegna Arena". La squadra di Maran sale a 28 punti e rimane al quarto posto insieme alla Roma, mentre la Sampdoria resta a quota 12 in quartultima posizione.

Sconfitta bruciante per la squadra di Ranieri, che era avanti per 3-1 a venti minuti dalla fine e che sembrava poter gestire il doppio e sorprendente vantaggio. Ai blucerchiati non è bastato il risveglio di Fabio Quagliarella, autore di due gol: su rigore al 38' (fallo di Pellegrini su Ramirez) per aprire le marcature e poi al 25' del secondo tempo, un minuto dopo che Nainggolan aveva provato a riaprire l'incontro dopo il 2-0 di Ramirez a inizio secondo tempo.

A quel punto, però, un Cagliari manovriero, ma poco pericoloso, ha gettato il cuore oltre l'ostacolo: protagonista Joao Pedro, salito a quota 9 gol con una doppietta che ha pareggiato la sfida tra il 75' e il 76', su due assist di Pellegrini e dello stesso Nainggolan.

Il recupero di cinque minuti ha spinto il Cagliari in attacco e il tripudio dei tifosi rossoblù è arrivato al 97' grazie a un colpo di testa di Alberto Cerri, appena entrato in campo.

ARTICOLI CORRELATI:

Roma, finita l'era Pallotta: arriva Friedkin
Roma, finita l'era Pallotta: arriva Friedkin
Frosinone, rimonta da sogno
Frosinone, rimonta da sogno
L'Inter prosegue il cammino europeo
L'Inter prosegue il cammino europeo
 
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina
Cintia Doroni: la bellissima Dottoressa