Boniek non crede alla crisi di Piatek

"Giampaolo è uno dei tattici migliori d'Italia, vedrete...".

L'ex attaccante di Juventus e Roma Zibì Boniek ha parlato della crisi del connazionale Piatek, a secco nel precampionato: "Ma le amichevoli non fanno testo, si gioca ad altri ritmi e con un approccio totalmente diverso rispetto alle partite vere. È come quando tiri un rigore: in allenamento davanti a te vedi un piccolo portiere e una porta enorme, in partita funziona al contrario. Ed è lì che Piatek diventa letale. Il Milan ha preso un allenatore eccezionale, tatticamente uno dei migliori in Italia, se non il migliore. È preparato, cura tutti i dettagli e ha sempre fatto un grande lavoro su difensori e attaccanti: con lui si cresce anche individualmente", le parole alla Gazzetta dello Sport.

"Il Milan di Gattuso non giocava per le punte, gli attaccanti venivano serviti solo in profondità o per difendere i palloni lunghi. Piatek giocava spesso spalle alla porta eppure ha segnato 11 gol. Non vedo perché non dovrebbe ripetersi con un tecnico che predilige il gioco offensivo".

"Le critiche: "Bisognerà vedere come reagirà. Se è impermeabile? Sì, ed è la sua forza. È un ragazzo dotato di grande equilibrio mentale. Come i grandi giocatori, riesce a rimanere sempre tranquillo senza perdere convinzione nei propri mezzi, che sono eccellenti: ha una buona tecnica, sa segnare in tutti i modi. Gli do solo un consiglio: pensi a giocare bene senza farsi ossessionare dai gol".

Piatek

ARTICOLI CORRELATI:

Giulini:
Giulini: "Rivolevo Allegri a Cagliari"
Moggi e il retroscena su Conticchio
Moggi e il retroscena su Conticchio
Daniele Faggiano si schiera sulla ripartenza
Daniele Faggiano si schiera sulla ripartenza
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena