Ausilio: “Atteggiamento inaccettabile”

28 Febbraio 2016

Nel corso del programma “Serie A Live” in onda su Premium Sport, il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio ha parlato della sconfitta dei nerazzurri allo Juventus Stadium: “E’ una sconfitta che fa male ma va anche contestualizzata la situazione. Qui a Torino hanno perso tutte le grandi, non è una giustificazione ma non sono questi i punti persi da noi. Al di là dei primi dieci minuti avevamo fatto un ottimo primo tempo mentre non mi è piaciuta per niente la ripresa dove siamo entrati senza concentrazione e a questo livello, per chi indossa questa maglia, non è accettabile".
 
Il ds, che ha sostituito Mancini nelle interviste post partita, ha difeso le scelte dell'allenatore, cha ancora una volta ha cambiato sistema di gioco: "I sistemi nel calcio contano poco, contano molto di più lo spirito e la personalità. Oggi noi e la Juve abbiamo giocato con lo stesso modulo, dovevamo vincere qualche duello personale, soprattutto sugli esterni".
 
Le scelte di mercato, con l'innesto di Eder al posto di un regista, forse lasciano dei rimpianti: "Le cose che abbiamo fatto sul mercato, sia in estate che a gennaio, sono state concordate con il mister. Quel tipo di giocatore è difficile trovarlo e quei pochi che ci sono non te li vendono o li cedono a prezzi per noi improponibili. Questa è la squadra, noi siamo questi, comprare tanto per farlo non serve a niente. 
 
A calcio si può giocare anche senza un regista se si fanno determinati movimenti: questa sera anche con un regista non è detto che avremmo vinto". 
 
Senza il terzo posto, il mercato potrebbe risentirne: "Avere o non avere la Champions cambia ma una società non può pensare di impostare una propria progettualità solo sulla certezza di giocarla o non giocarla. Noi in Italia parliamo tutti del terzo posto pensando che garantisca la partecipazione ai gironi ma se andiamo a vedere negli ultimi anni le squadre arrivate terze sono sempre state eliminate ai preliminari, quindi bisogna lottare adesso ma, nel caso, anche dopo aver raggiunto il terzo posto. ”
 
 
©

ARTICOLI CORRELATI:

©Fonseca:
Fonseca: "Dopo il Milan serviva una reazione"
©Pioli:
Pioli: "Ci mancavano i due attaccanti veri"
©Atalanta, frecciatina all'Inter di Gasperini
Atalanta, frecciatina all'Inter di Gasperini
 
Genoa-Sampdoria, le foto del derby della Lanterna
Sassuolo-Napoli, le foto del pirotecnico 3-3
Juventus-Spezia 3-0, le pagelle
Roma-Milan 1-2, le pagelle
Italia femminile, goleada e qualificazione agli Europei: le foto
Juventus-Crotone 3-0, le pagelle