Reggio Emilia scaccia la crisi

Piegata Brindisi (98-84) al termine di un divertente posticipo: super Polonara fa rialzare Menetti.

6 Febbraio 2017

Interrompe la striscia negativa la Grissin Bon Reggio Emilia, che al PalaBigi ha la meglio su una Enel Brindisi sempre brava a rintuzzare lo svantaggio, ma mai capace di dare continuità al proprio gioco, anche per i meriti degli emiliani, precisi nel rispondere colpo su colpo. Il finale recita 98-84 con un super Achille Polonara, che chiude con 25 punti, 6 rimbalzi e 5/5 dall’arco.

Bene Della Valle (20), importante De Nicolao in difesa. A Brindisi non basta la verve di Moore (13 punti in pochi minuti sul parquet), migliore dei suoi, e di M’Baye (19) e Carter (17 con 9 rimbalzi), che a tratti hanno provato a spezzare una lancia a favore dei ragazzi di Sacchetti.

Inizio scoppiettante di partita, con Reggio Emilia che vola con le triple di Della Valle, mentre a Brindisi non resta che aggrapparsi a Carter che fa il bello ed il cattivo tempo. Quando sale in cattedra Polonara, sia in attacco, che soprattutto in difesa, Brindisi prende un break di 13-3 che la manda a -9 (16-7) con conseguente timeout di Meo Sacchetti. Goss e M’Baye scuotono i pugliesi, che impattano, Reynold e Mesicek si rispondono, ma la tabellata di Polonara vale il 23-19 alla prima pausa.

Ritmi vertiginosi. Agbelese e Reynolds alzano i toni della sfida, Mesicek mette la bomba del +2 ospite, ma De Nicolao si prende il possesso prima con la tripla poi con una serie di recuperi in fila. Menetti lancia nella mischia anche il giovane Lever, che risponde presente con la tripla del +8, ma dopo ogni vantaggio c’è sempre la pronta risposta Enel, prima con Scott, poi con Moore, sempre dall’arco. Della Valle è bravo ad avere palla in mano e prendere falli, dalla lunetta è infallibile e alla pausa lunga è +9 Grissin Bon (48-39).

Polonara è incontenibile in avvio: i suoi punti, uniti alla presenza di Cervi in vernice, valgono il +12 e qui la gara vive il momento clou. Botta e risposta tra le due squadre: M’Baye e Goss colpiscono dalla lunga distanza, ma Della Valle e Polonara canalizzano gli sforzi, così il vantaggio reggiano resta in doppia cifra, e ogni qual volta che gli ospiti vogliono prendersi l’inerzia, la risposta avversaria è puntuale. Nonostante tutto, è l’energia a rimbalzo offensivo a fare la differenza per Reggio, guidata da un sempreverde Kaukenas. Tecnico a Reynolds nel finale, Moore ne approfitta e firma i punti del 68-58 all’ultimo stop and go.

Reggio va in rottura, Moore e M’Baye riportano sotto l’Enel (68-62 al 31’), ma ci pensa Polonara a mettere le cose in chiaro con 5 punti filati per il +11. Sembra finita, ma ancora Goss e Moore con triple e bel gioco riportano i brindisini a contatto (73-69) prima che Scott, su una “provocazione” di Della Valle, perda la testa: quinto fallo e tecnico, così la Grissin Bon piazza il break decisivo, ancora con Polonara infallibile dall’arco. M’Baye è l’ultimo dei suoi ad arrendersi, Kaukenas si fa trovare però pronto con i suoi canestri pesanti, Cervi la chiude dalla lunetta e la vittoria arriva. 

Articolo in collaborazione con Basketissimo.com
 

©Sportal.it

ARTICOLI CORRELATI:

©Sportal.itMeo Sacchetti ha scelto i 12 per Tallinn
Meo Sacchetti ha scelto i 12 per Tallinn
©Sportal.itPozzecco chiede il bis a Teodosic contro di lui
Pozzecco chiede il bis a Teodosic contro di lui
©Sportal.itDinamo Sassari, Sardara non si ferma
Dinamo Sassari, Sardara non si ferma
 
Alessia Pasqualon, la miss dei motori
Le foto di Susanna Canzian, nerazzurra da urlo.
Beatrice Bonfanti bella e atletica
Ekaterina, sexy ballerina