NFL, la franchigia di Washington venduta per 6,05 miliardi

Uomo guida della cordata il miliardario Harris, tifoso degli ex Redskins

Negli Stati Uniti non si parla d'altro. Ormai è ufficiale l'acquisto (accordo trovato da diverso tempo, presentazione lo scorso 21 luglio a Landover, nel Maryland), da parte di una cordata capeggiata dal miliardario Harris, dei Washington Commanders, una delle franchie storiche del mondo NFL. Un affare stratosferico, se si pensa che gli ormai ex proprietari (Dan e Tanya Snyder) hanno venduto la franchigia per la cifra record di 6,05 miliardi di dollari.

Si tratta dell'affare più oneroso nella storia dello sport. Superato il precedente record che apparteneva a Wolton che, lo scorso anno, ha sborsato la bellezza di 4,65 miliardi di dollari per l'acquisizione dei Denver Broncos, altra franchigia NFL di grande storia e prestigio.

Alla corsa che ha portato all'acquisto dei Washington Commanders, ha partecipato anche la leggenda dei Los Angeles Lakers Magic, ormai imprenditore di grande qualità. Harris, il faro di questa operazione, è stato chiaro: "Ai tifosi presenti in tutto il mondo posso semplicemente promettere che svolgeremo un gran lavoro, creeremo la cultura del football americano e faremo gli investimenti necessari per questa squadra e per Washington". Da notare che il miliardario Harris è, da sempre, un grandissimo tifoso degli ex Redskins. Ad oggi, la franchigia di Washington ha vinto tre volte il Super Bowl, l'ultimo nel lontano 1992. Ai nuovi proprietari il dovere di provare a riportare un titolo NFL nella città di Washington.

Articoli correlati