Volley, Civitanova vince la Coppa Italia

I marchigiani si sono imposti per 3-1 su Trento al termine di un match combattuto.

civitanova

La Cucine Lube Citivanova ha vinto la Coppa Italia di volley superanto in finale la Diatec Trentino per tre set a uno.

Confermando i pronostici della vigilia e l’attuale classifica della regular season di SuperLega, i marchigiani si sono imposti per 3-1 al termine di un match combattuto specialmente nella sua prima metà; nella seconda parte, invece, la Lube ha saputo prendere il largo mettendo sul piatto della bilancia una maggiore efficacia a rete (55% di squadra) e un gioco con più alternative, in cui gli ex Juantorena (mvp con 15 punti ed il 67% a rete) e Sokolov (20 col 54%) sono risultati i principali mattatori.

La cronaca della finale. I due allenatori non cambiano di una virgola i propri starting six rispetto alla semifinale del giorno precedente: Lorenzetti getta nella mischia quindi sin dal via Giannelli in regia con Stokr opposto, Urnaut e Lanza in posto 4, Van de Voorde e Solé al centro della rete, Colaci libero; Blengini gli risponde schierando Christenson alzatore, Sokolov opposto, Juantorena e Kovar laterali, Stankovic e Candellaro al centro, Grebennikov libero. L’inizio di match è nel segno dell’equilibrio, con Trento che recupera subito un doppio svantaggio (1-3) grazie a Stokr e mette il naso avanti sull’8-7 grazie ad un muro di Van de Voorde. La Lube reagisce con Juantorena (ace) e Sokolov e si porta avanti di tre punti (8-11); un vantaggio che mantiene intatto sino al 13-16 e poi in seguito anche nella parte finale del primo parziale (17-20, 20-23), grazie all’efficacia del suo cambiopalla ben sorretto da una ricezione sempre positiva. Si va al cambio di campo sul 21-25 con un break point di Stankovic.

Nel secondo set la Diatec Trentino entra in campo più cattiva e convinta dei propri mezzi e con Stokr e Solé sugli scudi si costruisce un vantaggio di tre lunghezze (8-5) che la Lube però ricompone già sull’11-11. La nuova accelerazione gialloblù è firmata da Lanza (14-11) e poi da un errore, il primo in tutto il match, di Juantorena (18-14); Blengini chiama time out e i marchigiani con Sokolov si rianimano tornando sotto sino al 20-19. Trento si poggia sul proprio capitano e su Stokr per trovare un nuovo margine (24-21) e capitalizza la terza palla set (25-23) grazie ad un errore al servizio di Kovar.

Nel terzo periodo la Lube cerca di scuotersi e reagire; Sokolov guida i suoi al mini break d’apertura (3-5), poi ci pensa Juantorena ad allargare la forbice (5-8). Trento prova a risalire la china (10-11), ma poi torna a soffrire le attenzioni marchigiani a muro. Kovar diventa efficace anche in questo fondamentale e Sokolov non sbaglia un colpo. Civitanova dilaga (18-11 e 22-14), portandosi sul 2-1 già sul 15-25, dopo che Lorenzetti ha inserito Antonov, Nelli e Daniele Mazzone per far rifiatare alcuni effettivi.
La lotta torna serrata nella quarta frazione, con le due formazioni che lottano punto a punto (5-5 e 10-9) nella prima parte della stessa. Il primo vero strappo lo apporta Sokolov con muro e attacco sull’11-13, punteggio che costringe Lorenzetti ad interrompere il gioco; alla ripresa però è ancora Stankovic a siglare la differenza (11-15). I gialloblù, in cui al posto di Urnaut in campo c’è Antonov, non riescono a risalire la china (15-19, 18-22) e lasciano strada agli avversari che volano verso la vittoria della quarta Coppa Italia con l’ace di Candellaro (20-25).

Cucine Lube Civitanova-Diatec Trentino 3-1
(25-21, 23-25, 25-15, 25-20)
CUCINE LUBE: Juantorena 15, Stankovic 11, Sokolov 20, Kovar 11, Candellaro 9, Christenson 3, Grebennikov (L); Cebulj, Pesaresi. N.e. Kaliberda, Casadei, Cester, Corvetta. All. Gianlorenzo Blengini. 
DIATEC TRENTINO: Lanza 11, Van de Voorde 9, Giannelli 6, Urnaut 7, Solé 10, Stokr 17, Colaci (L); Antonov 2,Nelli, Mazzone D.. N.e. Burgsthaler, Mazzone T., Blasi, Chiappa. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Saltalippi di Perugia e Goitre di Torino.
DURATA SET: 26’, 33’, 23’, 29’; tot  1h e 51’.
NOTE:  12.000 spettatori per un incasso di 136.200 euro. Cucine Lube: 8 muri, 7 ace, 16 errori in battuta, 3 errore azione, 55% in attacco, 74% (43%) in ricezione. Diatec Trentino: 10 muri, 1 ace, 21 errori in battuta, 8 errore azione, 48% in attacco, 62% (35%) in ricezione. Mvp Juantorena. 


ARTICOLI CORRELATI:

Hockey Ghiaccio, il Merano festeggia
Hockey Ghiaccio, il Merano festeggia
"La Piccinini costretta a ritornare"
Francesca Piccinini spiazza tutti e torna
Francesca Piccinini spiazza tutti e torna
PalaMaiata inagibile, partita rinviata
PalaMaiata inagibile, partita rinviata
Azzurre scatenate, Federica Brignone vince la combinata
Azzurre scatenate, Federica Brignone vince la combinata
Discesa Bormio, Dominik Paris trionfa ancora
Discesa Bormio, Dominik Paris trionfa ancora
 
Tutti in pista con Giulia Colombo
Le foto di Stefana Veljkovic
Rihanna incanta lo Stadium
Bellissime a Eicma 2019: Giorgia Capaccioli
Le bellissime di Eicma 2019: Beatrice Silipigni
Le bellissime di Eicma 2019: Alessia Pasqualon