Italian Hockey League al Caldaro

I Lucci tornano a vincere il campionato cadetto: l'ultimo successo era arrivato nella stagione 2007/08.

L’SV Kaltern/Caldaro rothoblaas si aggiudica alla quinta e decisiva gara di finale l’Italian Hockey League, stagione 2018/19. I Lucci superano i padroni di casa dell’HC Merano Pircher per 2:1. Dopo il goal nel primo tempo delle Aquile di casa, il Caldaro ribalta il risultato nel terzo tempo con la marcatura decisiva di Florian Wieser al 57:57. In questo modo i Lucci tornano a vincere il campionato cadetto dopo l’ultimo successo che era arrivato nella stagione 2007/08. Si conclude quindi nel migliore dei modi l’annata per il Caldaro che ha conquistato anche la Coppa Italia sempre in finale contro il Merano.

Match decisivo per l’assegnazione della Italian Hockey League, stagione 2018/19, di fronte a 2053 spettatori. Dopo 4 partite di finale il punteggio nella serie è 2:2. La quinta gara alla MeranArena decide in maniera certa il vincitore del Titolo, stagione 2018/19. Una variazione dopo il quarto match di finale. Il Caldaro non piò schierare Michael Soelva che si è fatto male giovedì nella quarta gara di finale. Dopo le prime schermaglie iniziali, il Caldaro si rende pericoloso due volte ma non riesce a trovare la rete del vantaggio. Con il passare dei minuti, la migliore organizzazione di gioco degli ospiti è fiaccata dalle incursioni dei padroni di casa. Dopo un palo di Caianelli, arriva la prima rete della serata. Su una delle veloci azioni di contropiede meranese, Ingemar Gruber scatta sulla blu e fulmina dalla distanza Andergassen. Il primo tempo si chiude quindi con le Aquile in vantaggio per 1:0. Nella seconda frazione i Lucci cercano il riscatto e si piazzano davanti alla porta di Tura. Sono tante le occasioni per il Caldaro ma Tura e la sua difesa si salvano a ripetizione anche se per gli ospiti manca sempre il colpo vincente. In particolare al 26’ quando Thomas Mitterer (Merano) finisce in panca punti per sgambetto. Nell’unica penalità fischiata nei primi due tempi, il Caldaro insiste ma la difesa meranese è sempre attenta. Poi per i padroni di casa si segnala una ghiotta occasione per Mitterer.  Nonostante gli sforzi profusi il secondo tempo non registra nessuna marcatura e quindi Merano avanti sempre di una rete. Nel terzo tempo è il Merano che sfiora il raddoppio ma al 48’ arriva il goal del pareggio dei Lucci che con Federico Colombo trovano la rete dalla distanza con un diagonale che s’infila in maniera beffarda alle spalle di Tura. A questo punto la gara diventa ancora più carica d’emozioni. Si lotta disco su disco in una gara ormai a viso aperto. La seconda penalità dell’incontro al 56:18 contro Moren permette al Caldaro di giocare in powerplay. Dopo 99 secondi di superiorità arriva la stoccata vincente di Wieser che regala il successo ed il titolo al Caldaro.

IHL - Playoff - Finale - Gara 5 - Merano - 6 aprile 

HC Merano Pircher - SV Kaltern Caldaro rothoblaas 1-2 (1-0, 0-0, 0-2)
Gol: 15:54 I. Gruber (T. Mitterer, L. Moren) (1:0), 48:21 F. Colombo (A. Sullmann Pilser, L. Moren) (1:1), 57:57 F. Wieser (A. Sullmann Pilser, D. Tedesco) (1:2, PP1)

Formazione A: Alessandro Tura 58:47 (Lorenzo Marinelli); Philipp Beber - Luca Franza; Ingemar Gruber - Kevin Gruber; Stefan Kobler - Lorenzo Piccinelli; Andreas Radin - Christian Troeger; Luca Ansoldi - Patrick Cainelli - Oliver Duris; Flavio Faggioni - Alex Gasser - Mathias Hellweger; Manuel Lo Presti - Thomas Mitterer - Lars Pontus Moren; Michael Pircher - Sebastian Thaler - Davide Turrin; Coach: Massimo Ansoldi;

Formazione B: Alex Andergassen 60:00 (Daniel Morandell); Florian Massar - Alexander Peter Sullmann Pilser; Thomas Waldthaler - Michele Volcan; Tobias Steiner; Patrick Gius - Florian Wieser - Daniel Ross Tedesco; Federico Colombo - Patrick Tomasini - Michael Felderer; Tobia Pisetta - Martin Pircher - Raphael Felderer; Maximilian Sölva - Manuel Gamper; Coach: Stanley Burton Moore;

Penalità: 4-0 (0-0, 2-0, 2-0)
Tiri: 32-35 (12-16, 13-11, 7-8)
Arbitri: A. Benvegnù, T. Virta (A. Bedana, A. Piras)
Spettatori: 2053

 

hockey ghiaccio

ARTICOLI CORRELATI:

Holyfield apre al match con Tyson a una condizione
Holyfield apre al match con Tyson a una condizione
Paltrinieri, il nuovo allenatore fissa l'obiettivo
Paltrinieri, il nuovo allenatore fissa l'obiettivo
Olimpiadi, altri problemi per Tokyo 2021
Olimpiadi, altri problemi per Tokyo 2021
 
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena
Oriana Tubiolo, la dottoressa-wag