Doping: nuove accuse Wada alla Iaaf

Si fa sempre più aspro il clima tra Iaaf e Wada. La seconda parte del report della Commissione indipendente dell’Agenzia Mondiale Antidoping sullo scandalo doping nell’atletica rinnova infatti le accuse ai vertici della Federazione internazionale.

"Le informazioni sono piuttosto chiare e dimostrano che la corruzione partiva dal vertice della Iaaf, dal presidente Lamine Diack" ha detto Richard McLaren, membro Wada e consulente legale - Certi individui all'interno della Federazione sono andati oltre la corruzione sportiva. Si può parlare di vera corruzione criminale”. 
 
“Non è da ritenersi credibile che i funzionari eletti non fossero a conoscenza della situazione che ha colpito l'atletica in Russia" ha aggiunto McLaren, trovando il sostegno del ministro dello sport del Cremlino Vitaly Mutko: “La Russia sostiene tutte le conclusioni e le decisioni contenute nel rapporto Wada ed è consapevole della sua parte di responsabilità”.
 
doping

ARTICOLI CORRELATI:

2020, il DTM non correrà a Monza
2020, il DTM non correrà a Monza
Zaytsev manda un messaggio a Modena
Zaytsev manda un messaggio a Modena
Ivan Zaytsev lascia l'Italia
Ivan Zaytsev lascia l'Italia
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena