Doping, la Russia pretende le prove

“Le accuse sono totalmente infondate”, ha risposto la federatletica alla Wada.

Ma quale doping di Stato?

La Russia respinge nettamente le accuse mosse dalla Wada (World Anti-Doping Agency), che nel suo report ha legato il doping alla corruzione e ad alcune personalità del governo russo, come il ministro dello Sport, Vitaly Mutko.

Dmitri Peskov, portavoce di Vladimir Putin, difende a spada tratta la federatletica: "La questione è che se ci sono delle accuse allora devono essere sostenute da qualche prova, finché non si sono sentite le prove è difficile percepire le accuse, sono infondate".

VItaly Mutko

ARTICOLI CORRELATI:

Holyfield apre al match con Tyson a una condizione
Holyfield apre al match con Tyson a una condizione
Paltrinieri, il nuovo allenatore fissa l'obiettivo
Paltrinieri, il nuovo allenatore fissa l'obiettivo
Olimpiadi, altri problemi per Tokyo 2021
Olimpiadi, altri problemi per Tokyo 2021
 
Karina Cascella sempre più sexy
Sara Croce, le foto sono irresistibili
Le foto di Alessia Macari
Le foto di Ilenia De Sena