Rossi-Ferrari: binomio ancora una volta vincente

Jessica e Lorenzo hanno conquistato il titolo di Campione Italiano di Fossa Olimpica.

27 Settembre 2021

Assegnati i titoli nella Fossa Olimpica

Jessica Rossi e Lorenzo Ferrari hanno conquistato il Titolo di Campione Italiano di Fossa Olimpica in palio sulle pedane del Tav Accademia Lombarta di Battuda (PV). Sulla vetta del podio dell’impianto pavese, sulle cui pedane hanno gareggiato in 155, sono saliti anche Valentina Panza e Riccardo Mirabile, neo Campioni italiani Junior.

Iniziando dalla categoria Eccellenza, Ferrari ha dominato sia le qualificazioni sia la finale. Il portacolori delle Fiamme Oro di Provaglio di Iseo (BS) si è presentato al round decisivo con lo score di 122 su 125 che gli ha garantito il dorsale numero uno ed ha poi scalato il podio fino alla vetta grazie al punteggio di 42/50. Alle sue spalle si è piazzato Dario Caretta di Fara Vicentino (VI), terzo nelle cinque serie di gara con 119 e poi d’argento con 40/50. Sul terzo gradino del podio è salito Valerio Grazini (Carabinieri) di Viterbo, con 32/40. In finali sono approdati anche Marco Correzzola di Merlara (PD), quarto con 27/35, Emanuele Bernasconi (Carabinieri) di Palombara Sabina (RI), quinto con 22/30, e Simone Lorenzo Prosperi (Fiamme Oro) di Atena (RM), sesto con 17/25.

I punteggi di finale, decisamente sotto la media abituale, sono stati determinati dalle condizioni atmosferiche proibitive, con acquazzoni e raffiche di vento che hanno accompagnato tutta la competizione.

Passando alla gara femminile, Jessica Rossi ha conquistato il suo secondo titolo di Campionessa Italiana, il primo fu nel 2009, polverizzando 117 dei 125 piattelli delle serie eliminatorie e 42 dei 50 a sua disposizione nella finale. La poliziotta di Crevalcore (BO), Campionessa Olimpica a Londra 2012 e pluricampionessa mondiale, è stata la migliore de entrambe le fasi della Finale nazionale e si è lasciata alle spalle la compagna di squadra delle Fiamme Oro Fiammetta Rossi di Foligno (PG), medaglia d’argento con 115 in qualificazione e 38/50 in finale. Con loro sul podio per la medaglia di bronzo è salita anche Alessandra Della Valle di SOlaro (MI), terza con 108/125 +0 e 29/40. Con i lanci della finale si sono misurate anche Maria Lucia Palmitessa (Fiamme Oro) di Monopoli (BA), quarta con 23/35, Alessia Iezzi (Carabinieri) di Manoppello (PE), quinta con 20/30, e Giulia Pintor (Fiamme Azzurre) di Santa Giusta (OR), sesta con 17/25.

Per quanto riguarda il comparto degli Junior, al maschile il titolo di Campione Italiano è stato di Riccardo Mirabile (Carabinieri) di Rufina (FI) con 116/125 e 39/50 +2, seguito sul podio da Lorenzo Franquillo (Fiamme Oro) di Trevi (PG), d’argento con 113 +2 e 39/50 +1, e da Gianmarco Barletta di Contursi Terme (SA), bronzo con 114 +3 e 29/40.

Tra le Junior Femminili la neo Campionessa Italiana è Valentina Panza di Rose (CS), prima sul podio con 97/125 +0 e 36/50. Alle sue spalle si sono piazzate Gaia Ragazzini (Carabinieri) di Solarolo (RA), seconda con 112 e 31/50, e Giorgia Lenticchia (Fiamme Oro) di Terni, terza con 99 e 24/40.

Spostandoci sulle pedane del Tav Castelfidardo (AN), che ha ospitato i 133 qualificati alla Finale nazionale di Prima Categoria, a cucirsi al petto lo scudetto della serie cadetta è stato Leandro Roberto Prado di Cingoli (MC). Entrato in finale con il punteggio di 120/125, il marchigiano si è reso protagonista di un’ottima prestazione e con 43/50 si è assicurato la vetta del podio. Da medaglia anche la prova di Daniele Sirigu di Sestu (CA), argento con 39/50, e di Vito Urgesi di Mesagne (BR), di bronzo con 31/40.

Tra i 134 tiratori di Seconda Categoria in gara al Tav La Torre di Crespina Lorenzana (PI) a mettersi al collo l’oro e meritarsi il Tirolo di Campione Italiano è stato Giovanni Sollami di Caltanissetta, primo sul podio con 140/150. Alle sue spalle si sono piazzati Domenico Fioravanti di Monteleone Sabino (RI) e Michele Rodeghero di Ronco all’Adige (VR), rispettivamente d’argento con 139 e di bronzo con 137.

Infine, tra i 138 tiratori di Terza Categoria in gara sulle pedane emiliano-romagnole del Tav Bologna di Casalecchio di Reno (BO), l’oro e lo scudetto sono andati a Mario Bibbò di Castelvetere in Val Forto (BN) con 136/150, l’argento a Giovanni Kevin Pesenti di Osio Sotto 8BG) con 129 +2 ed il bronzo a Niccolò Bernasconi (Fiamme Oro) di Palombara Sabina (RM) con 129 +1. 

 

©Fitav

ULTIME NOTIZIE:

©Foto SpottinoMediaset congela Aurora Ramazzotti e Alvin
Mediaset congela Aurora Ramazzotti e Alvin
©uff. stampa Il vino di Faravelli sempre più lusinghevole
Il vino di Faravelli sempre più lusinghevole
©uff. stampa Antonio Faravelli si riscopre artista del vino
Antonio Faravelli si riscopre artista del vino
©Screenshot tratto da Rai SportGino Strada è morto a 73 anni
Gino Strada è morto a 73 anni
©Getty ImagesUFC: McGregor si rompe la tibia, vince Poirier
UFC: McGregor si rompe la tibia, vince Poirier
©Rai E' morta Raffaella Carrà
E' morta Raffaella Carrà
 
Lazio e Inter fuori controllo: le foto della rissa
Pernille Harder bella da impazzire: le foto
I calciatori svelano i loro idoli: le foto (volume II)
I calciatori svelano i loro idoli: le foto (volume I)
Gianluigi Donnarumma sbalordisce con un nuovo tatuaggio: le foto
Calcio, le maglie più originali della stagione 2021/2022: le foto
Francia-Spagna 2-1, le pagelle
Djimsiti, che guaio per l'Atalanta: le foto