L’NFL non ascolta Trump

Goodell, commissioner NFL, non obbligherà i giocatori a non inginocchiarsi durante l'inno americano.

Prosegue il braccio di ferro tra il presidente degli USA Trump e l'NFL. Dopo la "richiesta" di Trump di boicottare le partite di NFL, la massima lega professionistica di football americano, attraverso le parole del commissioner Goodell, ha fatto sapere che a nessun giocatore verrà impedito di inginocchiarsi durante l'inno nazionale americano (forma di protesta contro la polizia).

I vertici dell'NFL, insieme a rappresentanti delle franchigie e dei giocatori, si sono riuniti a New York, arrivando alla decisione di "stare al fianco dei giocatori". Insomma, Trump, al momento, non ha visto rispettati i suoi "consigli". Diverse le persone che hanno manifestato contro Trump e il proprio appoggio nei confronti dei giocatori NFL che hanno deciso di inginocchiarsi durante l'inno.

©Getty Images

ARTICOLI CORRELATI:

©Getty ImagesMorte Kobe Bryant, Pau Gasol non ci crede ancora
Morte Kobe Bryant, Pau Gasol non ci crede ancora
©Getty ImagesNBA: LeBron James non ha pietà dei Cavs
NBA: LeBron James non ha pietà dei Cavs
©Getty ImagesSuper Bowl NFL: i segreti delle due finaliste
Super Bowl NFL: i segreti delle due finaliste
 
Ibrahimovic-Lukaku, testa a testa furioso: le foto
Le immagini di Juventus-Bologna 2-0
Milan-Atalanta 0-3, le pagelle
Udinese-Inter 0-0, le pagelle
Coppa Italia, Lazio ai quarti di finale: le foto del match
Juventus-Napoli 2-0, le pagelle