Euro2020, il ct turco Gunes mette le mani avanti

Senol Gunes ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match inaugurale tra l'Italia e la sua Turchia.

10 Giugno 2021

"Non siamo i favoriti per questo girone; e poi Mancini conosce già la Turchia...", le parole del CT Gunes.

Ci siamo quasi. Italia e Turchia si sfideranno venerdì 11 giugno allo Stadio Olimpico di Roma nel match inaugurale di Euro2020. Nella conferenza stampa tentutasi alla vigilia del match il ct turco Senol Gunes ha parlato diffusamente della sfida in programma e delle aspettative della squadra che allena. Mettendo un po' le mani avanti e mostrandosi a suo agio nel ruolo di sfavorito del confronto. Ecco le sue parole.

"Mancini conosce la Turchia avendo allenato il Galatasaray: ha avuto successo, ha tanti ottimi giocatori a disposizione. Non siamo i favoriti per questo girone ma vorrei poter disputare la finale di questo torneo contro l'Italia. Il nostro percorso parte nel 2002 con la semifinale Mondiale, sarebbe bello giocare una finale con loro. Tutti vorrebbero vincere, noi compresi: vincere è una cosa, perdere un'altra, ma sono certo che ci sarà tanto da imparare durante questa manifestazione. Tutti i 26 sono pronti per l'Europeo, vorremmo che tutti si divertissero".

"Contro l'talia sarà complicata, conosciamo la forza degli avversari ma anche i loro punti deboli. Guardate Donnarumma: è giovane e bravo, ma hanno anche Insigne e Immobile. Vedi queste individualità e sai che giocano tutti quanti in Serie A, più due del Chelsea e uno del PSG. Noi siamo consci della classe e della tradizione dell'Italia che si qualifica per quasi tutti i tornei. Hanno una grande cultura calcistica, ci sono parallelismi tra noi e loro. Dal punto di vista tecnico, tattico e fisico, sarà combattuta. Non voglio scendere nei dettagli, vorrei vedere la classe dei miei in campo".

Sul momento del calcio turco, Gunes ha poi dichiarato: "Abbiamo avuto momenti difficili e positivi, sia a livello Nazionale che di club. Vorremmo esserci sempre in queste manifestazioni sportive. L'importante è non soffermarsi troppo sul passato. Domani abbiamo la prima gara da giocare, qualunque sia il risultato, vittoria, pareggio o sconfitta, le cose da fare sono sempre le stesse. La priorità è il gioco, più dei risultati stessi".

©Getty Images

NOTIZIE EURO2020:

©Getty ImagesEuro2020, ora l'Italia ci crede: Verratti detta la linea
Euro2020, ora l'Italia ci crede: Verratti detta la linea
©Getty ImagesEuro2020, Marko Arnautovic avverte l'Italia
Euro2020, Marko Arnautovic avverte l'Italia
©Getty ImagesEuro2020, l'Inghilterra mette le cose in chiaro sui rigori
Euro2020, l'Inghilterra mette le cose in chiaro sui rigori
©Getty ImagesEuro2020, un escluso da Roberto Mancini alza la voce
Euro2020, un escluso da Roberto Mancini alza la voce
©Getty ImagesEuro2020, Hjulmand dopo Eriksen non ha più paura di niente
Euro2020, Hjulmand dopo Eriksen non ha più paura di niente
©Getty ImagesEuro2020, in Ungheria orgoglio e delusione
Euro2020, in Ungheria orgoglio e delusione
 
Dal paracadutista alla modella: le foto delle invasioni di campo più clamorose
Italia-San Marino 7-0: le foto della goleada
Villarreal, trionfo in Europa League: le foto
Gattuso in viola: tutte le panchine di Ringhio. Le foto
I gol che hanno deciso la corsa Champions: le foto
Coppa Italia, Atalanta-Juventus 1-2: le pagelle